Vai al contenuto
Questo sito contribuisce alla audience di
Home » Inps, bonus di 1000 euro per determinati lavoratori: ecco a chi spetta

Inps, bonus di 1000 euro per determinati lavoratori: ecco a chi spetta

In arrivo delle belle notizie per i lavoratori italiani. L’articolo 1, comma 969 della legge n.23 del 2021, Legge di Bilancio 2022, ha previsto un’indennità una tantum, pari a 1.000 euro, per l’anno 2022, per i lavoratori fragili che sono stati destinatari durante il 2021 del trattamento di cui all’articolo 26 comma 2 del Decreto n. 18 del 17 marzo 2020 (cosiddetto Cura Italia), laddove la prestazione lavorativa non sia stata resa in modalità agile. Ma vediamo insieme chi sono questi “lavoratori fragili” e come fare per ottenere questo bonus. (Continua a leggere dopo la foto)

nuovo bonus italiani

Inps, bonus di 1000 euro per determinati lavoratori: ecco a chi spetta

Quali sono i lavoratori fragili che riceveranno i 1.000 euro messi a disposizione del Governo italiano? Il bonus è riconosciuto ai lavoratori dipendenti del settore privato aventi diritto all’assicurazione economica di malattia presso l’Inps, che siano stati destinatari durante l’anno 2021 del trattamento previsto dall’articolo 26 del Decreto Cura Italia in presenza delle seguenti condizioni: la prestazione lavorativa non è stata resa in modalità agile e gli stessi soggetti hanno raggiunto il limite massimo indennizzabile di malattia.

Sono considerati fragili i lavoratori in possesso di una certificazione rilasciata dai competenti organi medico legali, attestante una condizione di rischio derivante da immunodepressione o da esiti di patologie oncologiche o dallo svolgimento di relative terapie salvavita, ivi inclusi i lavoratori in possesso del riconoscimento di disabilità con connotazione di gravità. Inoltre, rientrano in questa categoria anche tutti quei lavoratori che, a causa di una patologia preesistente, sono esposti al rischio di un esito grave o infausto dell’infezione da COVID-19. (Continua a leggere dopo la foto)

Come si può richiedere?

La domanda di contributo deve essere presentata all’Inps, che dovrà inoltre occuparsi della gestione dei pagamenti. La legge di bilancio per il 2022 ha precisato che la domanda deve anche includere un’autocertificazione che dimostri che i requisiti necessari sono stati soddisfatti. Per ora, però, l’Inps non ha ancora pubblicato la circolare ufficiale con le informazioni sulle modalità di presentazione della domanda e le scadenze da osservare. Dunque per ora non resta che attendere ulteriori dettagli da parte dell’ente erogatore del bonus.

Bonus Benzina da 200 euro senza vincoli di Isee: in cosa consiste e come ottenerlo

Vuoi rimanere informato su tutte le notizie in tempo reale? Segui il canale Telegram 👉 t.me/ultimaor