Home » Matteo Bassetti proposta drastica per fermare la variante Omicron

Matteo Bassetti proposta drastica per fermare la variante Omicron

La variante Omicron è stata individuata per la prima volta l’11 novembre 2021 in Botswana e il 14 novembre 2021 in Sud Africa. A partire dal 26 novembre, è arrivata anche in altri Paesi, compresa l’Italia. Sull’Omicron sappiamo ancora poco, ma almeno per ora le misure di contrasto alla pandemia restano efficaci e invariate. In attesa di dati più sicuri su questa nuova versione del Covid-19, i Governi stanno pensando a varie strategie per restringerne al minimo la diffusione. Su questo argomento, attraverso un’intervista a Il Giornale, è intervenuto anche Matteo Bassetti, il direttore della Clinica malattie infettive al policlinico San Martino di Genova. (Continua a leggere dopo la foto)

Matteo Bassetti propone un intervento drastico per fermare la variante Omicron

Per contrastare il diffondersi della variante Omicron, il Governo ha imposto il tampone per chi rientra anche da paesi Ue. Inoltre, si starebbe pensando di introdurre un test obbligatorio anche per i vaccinati che vogliono accedere a grandi eventi. Misura, quest’ultima allo studio di Mario Draghi, che prenderà una decisione definitiva entro il 23 dicembre 2021. Nel frattempo, intervistato da Il Giornale, Matteo Bassetti ha fatto una proposta drastica nei confronti dei no-vax: «Lockdown per non vaccinati di 15 giorni». Poi ha suggerito di permettere a chi finirebbe in lockdown di “ricevere subito il vaccino”. Secondo il noto infettivologo era necessario partire “subito con un adeguato sistema di sanzioni e controlli. Se si imponeva una multa di 5mila euro per chi era sprovvisto di certificato, la gente non usciva di casa senza. Invece, abbiamo passato tre mesi senza rendere il Green pass efficiente nel modo più stringente possibile”. (Continua a leggere dopo la foto)

Green Pass e obbligo vaccinale

Sempre attraverso le pagine de Il Giornale, Matteo Bassetti ha parlato del Green Pass: «È chiaro come l’introduzione della certificazione verde Covid-19 in Italia abbia arginato l’emergenza epidemiologica, consentito l’apertura delle attività economiche e il normale svolgimento della vita. Il problema principale sono i non vaccinati, non il Green pass». Infine ha detto la sua anche su un eventuale obbligo vaccinale in Italia: «Un passaggio da fare rapidamente. Mi auguro che nella prossima cabina di regia si studi l’obbligo vaccinale per le vacanze di Natale: il modo migliore per arginare le varianti Delta e Omicron. Sei milioni di non vaccinati che rischiano di ammalarsi insieme sarebbero un disastro. Un’infezione respiratoria che viaggia come il morbillo è insostenibile per il sistema sanitario e sociale».

Matteo Bassetti torna a parlare dell’obbligo vaccinale in Italia