Vai al contenuto
Questo sito contribuisce alla audience di
Home » Guerra in Ucraina, spari sui civili al supermercato: si registrano morti e feriti

Guerra in Ucraina, spari sui civili al supermercato: si registrano morti e feriti

La guerra in Ucraina è giunta al 27° giorno. Oggi il presidente ucraino, Volodymyr Zelensky, ha parlato dal suo bunker di Kiev con il Parlamento italiano: è stato accolto da una standing ovation. Vari parlamentari hanno disertato l’Aula. Il presidente del Consiglio Mario Draghi, intervenuto dopo Zelensky, ha parlato di una “resistenza eroica” da parte degli ucraini. La città di Mariupol è ormai distrutta. I russi hanno proclamato di aver riconquistato la città di Makariv. Il presidente degli Stati Uniti Joe Biden, che ieri ha incontrato i capi di Stato e governo di Italia, Francia, Gran Bretagna e Germania, ha detto che “Putin, con le spalle al muro, “sta valutando di usare armi chimiche e batteriologiche”. Nel frattempo in Ucraina i civili continuano a perdere la vita. Ecco cos’è accaduto in queste ore davanti ad un supermercato. (Continua a leggere dopo la foto)

Guerra in Ucraina, spari sui civili al supermercato: si registrano morti e feriti

La guerra in Ucraina continua senza sosta. La Russia non ha intenzione di arrendersi e la resistenza ucraina prova a lottare con tutte le sue forze. Durante questo scontro assurdo, sono i civili che ci stanno rimettendo la vita. Come riportato dal Mattino, a Severodonetsk, nella regione di Lugansk, i russi avrebbero fatto fuoco su persone in coda in un supermercato, provocando morti e feriti. Lo ha denunciato su Facebook il capo dell’amministrazione militare regionale Serhiy Haidai, come riporta Ukrinform. Haidai ha scritto: «Ripetizione del caso al supermercato di Kharkiv. Gli occupanti mirano a un negozio a Severodonetsk. Abbiamo morti e feriti, il numero è in via di chiarimento. Gli orchi prendono cinicamente la vita degli ucraini! La gente è venuta solo per i prodotti». Che dire? Una vera e propria strage di innocenti. (Continua dopo la foto)

L’intervento di Zelensky al Parlamento italiano

Come riportato da Il Corriere della Sera, una standing ovation dei parlamentari italiani ha accolto l’immagine in diretta proiettata sui video dell’Aula della Camera del presidente ucraino Zelensky, il quale ha dichiarato: «L’invasione russa sta distruggendo le famiglie, la guerra continua a devastare citta ucraine, alcune sono completamente distrutte come Mariupol, che aveva mezzo milione di abitanti, è come Genova, immaginate Genova completamente bruciata». Il premier Draghi, dopo l’intervento in Parlamento del presidente ucraino Zelensky, ha dichiarato: «A nome del governo e mio personale voglio ringraziare il presidente Zelensky per la sua straordinaria testimonianza. La resistenza di tutti i luoghi dove si abbatte la ferocia del presidente Putin è eroica. L’Ucraina non difende solo se stessa, ma la nostra pace, la nostra sicurezza. L’Italia vi è profondamente grata. L’Italia vuole l’Ucraina nell’Unione Europea». 

Mario Draghi commosso per le parole di Zelensky alle Camere

Vuoi rimanere informato su tutte le notizie in tempo reale? Segui il canale Telegram 👉 t.me/ultimaor