Vai al contenuto
Questo sito contribuisce alla audience di
Home » Tragedia a Lecco, madre investe la figlia di due anni: le condizioni della bimba

Tragedia a Lecco, madre investe la figlia di due anni: le condizioni della bimba

Il drammatico incidente è successo martedì 24 maggio a Verderio, un paesino in provincia di Lecco. Una mamma ha investito la figlia di due anni con l’automobile. La piccola è rimasta incastrata sotto le gomme: ora si trova all’ospedale a Bergamo.

Incidente a Lecco, bimba di due anni investita dalla madre

La bambina stava giocando nel cortile della casa dei nonni con la sorellina. La famiglia stava aspettando la madre per l’ora di cena. La mamma, una donna di 43 anni, è tornata verso le 20. Guidava la sua auto, una Lancia Ypsilon. Ha fatto manovra per per parcheggiare, ma non si è accorta che sul vialetto c’era la figlia. Ha così investito la piccola e l’ha scaraventata a terra, intrappolandola tra il pianale dell’utilitaria e il selciato del piazzale.

Una vicina ha visto la scena e ha gridato talmente forte da attirare l’attenzione della conducente della Lancia e dei nonni che stavano preparando la cena in casa. Immediato l’intervento dei soccorsi: i vigili del fuoco hanno prima stabilizzato l’auto per evitare che si muovesse e schiacciasse la bimba, poi l’hanno sollevata con molta cautela con pistoni idraulici e cuscini ad aria compressa. I soccorritori ci hanno messo un paio d’ore a completare il salvataggio della bimba.

Leggi anche: Loredana Bertè, infortunio per la cantante: tour sospeso

Le condizioni della bimba di due anni, investita dall’auto della madre

Una volta spostata da sotto la Ypsilon, la bimba è stata affidata ai sanitari di Areu che hanno effettuato le prime cure. L’elisoccorso di Como ha poi trasportato la piccola d’urgenza all’ospedale Papa Giovanni XXIII di Bergamo. La vittima dell’incidente ha riportato alcuni traumi ma non sarebbe in pericolo di vita. Anche la mamma, sotto shock, è stata visitata. Dopo aver accertato che non ha riportato conseguenze è stata subito dimessa e ha infine potuto raggiungere la figlia.

Vuoi rimanere informato su tutte le notizie in tempo reale? Segui il canale Telegram 👉 t.me/ultimaor

powered by Rossotech

@Caffeina Media s.r.l. 2022 | Registrazione al Tribunale di Roma n. 45/2018 | P. IVA: 13524951004