Vai al contenuto
Questo sito contribuisce alla audience di
Home » Zucchero Fornaciari, la lotta contro la malattia: “Quattro anni di disperazione”

Zucchero Fornaciari, la lotta contro la malattia: “Quattro anni di disperazione”

Il famoso cantante Adelmo Fornaciari, in arte Zucchero, durante la sua vita ha dovuto affrontare un periodo veramente buio che è durato per ben quattro anni. La situazione era così grave che ha quasi portato Zucchero a decidere di smettere di cantare. L’artista ha combattuto contro un male che colpisce tante persone e in pochi riescono a uscirne facilmente. Di cosa si tratta?

Zucchero, la malattia che lo ha logorato per quattro anni

Il famoso cantante ha dovuto combattere contro una malattia che ha rappresentato un grande ostacolo nella sua vota e lo ha quasi portato a smettere di cantare. Il musicista emiliano ha lottato contro la depressione come rivelato nel corso di una sua intervista intensa e privata rilasciata a Ok Salute e Benessere. “Ho sofferto di depressione, una depressione profonda, quattro anni di disperazione”, ha confessato il cantante.

Tutto ha avuto inizio nel 1989, quando ha affrontato la separazione dalla sua prima moglie. Un periodo buio che lo aveva persino portato a pensare di smettere di cantare perché terrorizzato dal mondo esterno. Zucchero aveva deciso di rintanarsi in una casa in riva al mare. Il disagio che provava lo aveva portato a isolarsi dal mondo e dagli altri. Il cantante non voleva uscire di casa.

Leggi anche: Fedez malattia, il messaggio di Chiara Ferragni su Instagram: “L’amore della mia vita ha bisogno di supporto”

Zucchero, la sua battaglia contro la depressione

Ad un certo punto l’artista italiano ha ascoltato il consiglio di alcuni suoi amici che lo hanno aiutato a comprendere il suo disagio. Gli hanno dunque consigliato di rivolgersi ad un terapista, così ha deciso di chiedere aiuto ad uno specialista. Prima di intraprendere il suo tour Miserere si è rivolto ad un terapista che lo ha aiutato ad intraprendere il cammino verso la guarigione. “Ho chiesto aiuto a uno psichiatra. Lui si è preso cura di me”.

L’artista emiliano dunque ha seguito una terapia farmacologica, che, insieme alle sedute, gli hanno permesso di uscire dal baratro in cui era rimasto imprigionato. “È stato un tragitto lungo, ma ora posso dire che ce l’ho fatta”, ha ammesso Zucchero soddisfatto. Il cantante ha anche rivelato che Francesca Mozer, la sua seconda moglie, lo ha aiutato a ritrovare la voglia di vivere e di mettersi in gioco.

Vuoi rimanere informato su tutte le notizie in tempo reale? Segui il canale Telegram 👉 t.me/ultimaor