Vai al contenuto
Questo sito contribuisce alla audience di
Home » Ambra Angiolini, il momento più imbarazzante: “Volevo morire, sparire, dileguarmi”

Ambra Angiolini, il momento più imbarazzante: “Volevo morire, sparire, dileguarmi”

Ambra Angiolini ha raccontato durante un’intervista a Vanity Fair, di un periodo nel quale è rinata. Ad aiutarla fu un’esperienza che non aveva mai pensato di fare prima: il volontariato. Purtroppo però un giorno qualcosa andò storto e l’attrice fu protagonista di un momento di vero imbarazzo.

Ambra Angiolini, il sogno nel cassetto e la svolta nella sua vita

La Angiolini ha spiegato che da piccola sognava di fare la mamma. “Quando ero bambina, in quinta elementare, avevo un diario titolato Cenerentola in cui scrivevo che la cosa che volevo fare da grande era la mamma. A 14 anni, quando ovviamente non capitò, mi sembrava strano. A 18, dopo Non è la Rai, non essere madre mi fece scoprire per la prima volta il volto della depressione”. Poi arrivò la svolta per l’attrice. “Il dottore mi disse di partire per il Brasile. Così presi l’aereo e andai a Rio per iniziare la mia esperienza come volontaria con un medico dell’Ospedale San Camillo di Roma che operava i bambini. Fu bellissimo e travolgente. Ma la vera sensazione di sazietà fu quando rimasi incinta di mia figlia”. Jolanda nacque nel 2004, dalla relazione con il cantante Francesco Renga. “Era come se fossi stata affamata d’amore per tutta la vita e improvvisamente ero sazia”.

Leggi anche: Ambra Angiolini, la foto rarissima col figlio Leonardo: lui fa subito strage di cuori

Ambra Angiolini volontariato

Ambra Angiolini, il periodo che ha travolto la sua vita

Il volontariato l’ha aiutata più volte ad affrontare dei momenti bui della sua vita. L’opportunità di ricominciare da capo è arrivata da una psicologa dell’Ospedale Civile di Brescia, Simonetta. Il suggerimento della dottoressa era quello di “provare a prendermi cura degli altri”. Durante questo periodo però ha anche vissuto un’esperienza molto particolare, che le ha fatto provare un forte imbarazzo.

“Al primo incontro faccio quello che so fare, una lezione di teatro. Dico: ora camminate come se ci fosse il sole. Ora come se facesse freddissimo. Ora con una gamba sola. Tutti partecipano tranne due ragazze. Me la prendo con una e le dico ‘perché non partecipi?’. Lei mi risponde: non ho più una gamba, non riesco a camminare”. L’attrice ha raccontato che in quel momento avrebbe voluto sotterrarsi. “Volevo morire, sparire, dileguarmi. Invece la psicologa dell’ospedale mi dice: ‘Brava, li hai conquistati!”‘.

Vuoi rimanere informato su tutte le notizie in tempo reale? Segui il canale Telegram 👉 t.me/ultimaor

powered by Rossotech

@Caffeina Media s.r.l. 2022 | Registrazione al Tribunale di Roma n. 45/2018 | P. IVA: 13524951004