Vai al contenuto
Questo sito contribuisce alla audience di

Aras, la cattiveria fatta sull’Isola: ha confessato tutto

La cattiveria fatta sull’Isola

In una lunga intervista rilasciata a Leggo, Aras ha rivelato che non rifarebbe L’Isola perché è un’esperienza bella, ma troppo faticosa: “Se ci tornerei? Penso di no. Perché è davvero difficile e molto dura e faticosa. Ma non so, forse tra dieci anni. Potrebbe essere. Il ricordo più bello? Direi quando abbiamo vinto una sfida e abbiamo mangiato tutti insieme intorno ad un grande tavolo. Il ricordo più brutto invece è stato l’incidente di Khady.”

L’attore ha poi ammesso di aver fatto una “cattiveria” in Honduras: quella di aver nominato il suo migliore amico: “Chi frequenterò adesso che siamo usciti? Penso tutti loro, ma ci sono due persone speciali per me: Edoardo Stoppa e Edoardo Franco. Loro faranno sempre parte della mia vita. […] Io troppo buono? Adesso devo fare il cattivo e dare un voto ai miei colleghi? Hahahah no, una volta sono stato cattivo. Ho nominato mio fratello Edoardo, ma ho dovuto farlo. Poi gliel’ho detto e ci abbiamo riso sopra. Perché eravamo consapevoli che tutto per noi rappresentava solo una bella esperienza“. (continua dopo la foto)

Leggi anche: Sonia Bruganelli, la dedica all’uomo della sua vita

Il montepremi alla fondazione Giulia Cecchettin

Metà montepremi di 100.000 euro, aggiudicatosi Aras dopo la vittoria de L’Isola dei Famosi, sarà donata alla Fondazione Giulia Cecchettin. Gino Cecchettin, il papà di Giulia ha saputo della decisione di Aras e gli ha espresso la sua gratitudine definendo il suo gesto un “segno tangibile dell’impegno nella lotta contro la violenza sulle donne“. L’uomo ha poi aggiunto che vorrà ringraziare il vincitore del reality anche di persona per questa generosa donazione e ha sottolineato l’importanza di coinvolgere anche gli uomini nella lotta contro la violenza sulle donne.

Pagine: 1 2
powered by Romiltec

©Caffeina Media s.r.l. 2024 | P. IVA: 13524951004


Hai scelto di non accettare i cookie

Tuttavia, la pubblicità mirata è un modo per sostenere il lavoro della nostra redazione, che si impegna a fornirvi ogni giorno informazioni di qualità. Accettando i cookie, sarai in grado di accedere ai contenuti e alle funzioni gratuite offerte dal nostro sito.

oppure