Vai al contenuto
Questo sito contribuisce alla audience di
Home » Red Canzian: “Mi hanno aperto di nuovo il torace”

Red Canzian: “Mi hanno aperto di nuovo il torace”

Personaggi tv. Red Canzian ha concesso un’intervista a «Il Corriere della Sera» in cui ha ripercorso la sua carriera, ma ha parlato anche del suo privato. L’artista ha affrontato il tema della salute: Candida Morvillo gli ha chiesto come stesse oggi dopo il ricovero di gennaio. Lui infatti aveva dichiarato di aver temuto di morire: «Molto bene. In estate, ho fatto 35 concerti, ma ho cure per un altro anno e mezzo. Nmel 2015, mi era scoppiata l’aorta; nel 2018, ho avuto un tumore al polmone: quelle erano vere malattie, stavolta è stata sfiga…». Leggi anche l’articolo —> Red Canzian malattia, il volto noto dei Pooh rompe il silenzio: ecco come sta

Red Canzian: “Mi hanno aperto di nuovo il torace”

«Mi è entrata una scheggia di legno in una mano e ho preso un’infezione da stafilococco aureo. Sono caduto per terra il giorno che iniziavano le prove di Casanova, non riuscivo a stare in piedi, ci ho messo un’ora per arrivare al divano e chiamare i soccorsi. Intanto, avevo febbre e visioni psichedeliche come se fossi drogato. Mi hanno aperto di nuovo il torace, stavo andando in setticemia. Sono finito in rianimazione e, rispetto alle altre operazioni da cui mi ero svegliato lucido, stavo malissimo, vedevo fiori rossi scendere da pareti bianche. Vedevo il parlottare preoccupato dei medici e mi dicevo: rimango così per tutta la vita», ha dichiarato sempre Red Canzian al “Corriere della Sera”. (continua a leggere dopo le foto)

red canzian malattia

Una scheggia nella mano: il racconto choc

Come si è infilato la scheggia nella mano? Red Canzian ha svelato nell’intervista: «Costruivo una cornice per il musical nella falegnameria di casa. Sono patito di bricolage. Ovviamente, non ho fatto tutto io. Alla base del musical, c’è un enorme ricerca storica: le scarpe del ‘700 sono state fatte dai ragazzi del Politecnico calzaturiero del Brenta dopo un lungo studio; i costumi da Stefano Nicolao, che ha lavorato per tanti film da Oscar. Questo spettacolo, con protagonista Gian Marco Schiaretti, è un kolossal: 30 cambi di scena, 120 costumi… Crearlo è stato come fare un viaggio bellissimo, ci ho lavorato 16 anche 18 ore al giorno», ha spiegato il cantante. (continua a leggere dopo le foto)

red canzian malattia
red canzian malattia

Red Canzian: “La paura di morire mi ha cambiato”

La paura di morire l’ha cambiato, l’ha raccontato lui stesso: «Sono solo ancora più concentrato ad apprezzare il bello piuttosto che dissipare il tempo». Per lui la musica è sempre stata fondamentale e i genitori l’hanno sempre assecondato: «Papà era un minatore rientrato in Italia da Marcinelle prima del disastro e diventato camionista. Aveva la terza elementare, ma era una grande conoscitore di musica lirica, s’infilava nei loggioni a teatro appena poteva. È stato il mio primo fan, caricava lui gli strumenti nella Fiat 1100 quando facevo le prime serate». Leggi anche l’articolo —> Red Canzian aggiorna i fan sulle sue condizioni di salute: “Mi manca solo una cosa”

powered by Rossotech

@Caffeina Media s.r.l. 2022 | Registrazione al Tribunale di Roma n. 45/2018 | P. IVA: 13524951004


Hai scelto di non accettare i cookie

Tuttavia, la pubblicità mirata è un modo per sostenere il lavoro della nostra redazione, che si impegna a fornirvi ogni giorno informazioni di qualità. Accettando i cookie, sarai in grado di accedere ai contenuti e alle funzioni gratuite offerte dal nostro sito.

oppure