Vai al contenuto
Questo sito contribuisce alla audience di
Home » È allarme: gli amatissimi gelati sono pericolosi per la salute

È allarme: gli amatissimi gelati sono pericolosi per la salute

Con l’estate in corso si allunga la lista delle allerte alimentari che hanno a che fare con i gelati. Nel nostro Paese abbiamo assistito al richiamo di numerosi lotti di gelato alla vaniglia a marchio Häagen-Dasz, in cui sono state rilevate tracce di ossido di etilene dalla stessa azienda produttrice statunitense. Un avviso che è stato pubblicato anche sul sito del Ministero della Salute. Ma perché è tanto pericoloso? La UE intanto ha fissato nuovi limiti per l’ossido di etilene. (continua a leggere dopo le foto)

clicca qui per leggere tutte le News su Tvzap 

È allarme: gli amatissimi gelati sono pericolosi per la salute

Soprattutto in queste ultime settimane sono stati ritirati dei prodotti alimentari. Si tratta di alcune tipologie di gelato confezionato, all’interno del quale potrebbe essere presente una sostanza pericolosa, vale a dire l’ossido di etilene. Pare infatti che questi gelati appunto siano pieni di parassiti e proprio per questo motivo non debbono essere assolutamente ingeriti. Come riferisce “Letto Quotidiano”, questa sostanza è stata ritrovata anche nella farina di carrube, impiegato nei gelati per via delle proprietà dolcificanti. Come fare per riconoscere il gelato contaminato? È sufficiente controllare l’etichetta, sulla quale troverete scritto E410 o sulla gomma di Guar E412 se il prodotto è contaminato. (continua a leggere dopo le foto)

Decine di segnalazioni

In seguito alle centinaia di segnalazioni che riguardavano proprio la presenza di ossido di etilene in una serie di additivi alimentari utilizzati per produrre una varietà di prodotti, e sulla base di rapporti e informazioni provenienti dai controlli ufficiali degli Stati membri, la Commissione Ue ha stabilito alcune misure più restrittive per proteggere la salute pubblica. (continua a leggere dopo le foto)

La decisione importante sugli additivi alimentari

Come spiega “Green Me” nel corso della seduta “del Comitato permanente europeo per le piante, gli animali, gli alimenti e i mangimi (sezione sui nuovi prodotti alimentari e sulla sicurezza tossicologica della catena alimentare) del 24 marzo 2022, gli Stati membri hanno votato positivamente il progetto di regolamento (UE) della Commissione che modifica l’allegato del regolamento (UE) 231/2012 recante specifiche per gli additivi alimentari elencati negli allegati II e III del regolamento (CE) n. 1333/2008. Si tratta del regolamento sulla presenza di ossido di etilene negli additivi”. (continua a leggere dopo le foto)

Cosa stabilisce la nuova norma

La nuova norma stabilisce un limite massimo per i residui di ossido di etilene, a prescindere dalla sua origine, a 0,1 mg/kg (somma di ossido di etilene e 2-cloro-etanolo espressa come ossido di etilene) applicabile a tutti gli additivi alimentari. Leggi anche l’articolo —> Conad lancia l’allarme: “Non mangiateli, c’è plastica dentro”

 

powered by Rossotech

@Caffeina Media s.r.l. 2022 | Registrazione al Tribunale di Roma n. 45/2018 | P. IVA: 13524951004


Hai scelto di non accettare i cookie

Tuttavia, la pubblicità mirata è un modo per sostenere il lavoro della nostra redazione, che si impegna a fornirvi ogni giorno informazioni di qualità. Accettando i cookie, sarai in grado di accedere ai contenuti e alle funzioni gratuite offerte dal nostro sito.

oppure