Vai al contenuto
Questo sito contribuisce alla audience di
Home » Taglio delle accise: il governo Meloni dice addio allo sconto sui carburanti

Taglio delle accise: il governo Meloni dice addio allo sconto sui carburanti

Brutte notizie per gli Italiani: dal 1° gennaio 2023 diremo addio allo sconto sui carburanti. Il governo Meloni, dopo averne ridotto la portata da 30 a 18 centesimi al litro, ha scelto di toglierlo definitivamente. La misura, voluta dall’esecutivo presieduto da Draghi, aveva avuto un costo di 7,3 miliardi dalla sua introduzione, il 22 marzo del 2022. Scopriamo insieme le ultime novità sul taglio delle accise. Leggi anche l’articolo —> Benzina, in questo posto conviene farla: costa veramente pochissimo

benzina gratis per tutti

Taglio delle accise: il governo Meloni dice addio allo sconto sui carburanti

Il governo Meloni non ha confermato per il 2023 il taglio delle accise sui carburanti. Dunque il 31 dicembre 2022 sarà l’ultimo giorno in cui si potrà fare benzina con lo sconto di 18 centesimi al litro. Dal primo marzo e fino al primo dicembre 2022 lo sconto era di 30 centesimi al litro, ma l’attuale esecutivo lo aveva già ridotto alla fine di novembre. Una novità importante per gli automobilisti italiani. (continua a leggere dopo le foto)

Le associazioni dei consumatori sul piede di guerra

Come scrive “Affari Italiani”, le associazioni dei consumatori sono già sul piede di guerra: stando “al Centro Consumatori Italia, con la fine del provvedimento le spese per i trasporti su gomma aumenteranno di 5,2 miliardi nel 2023, portando a un ulteriore incremento dei prezzi dello 0,4% a causa dell’inflazione sui costi delle merci”. La fortuna è che il prezzo della benzina è contenuto ultimamente, difatti il prezzo del greggio è al ribasso: da 83 dollari al Brent e a 78,4 al Wti. Il prezzo medio di un litro di benzina, prima di Natale, è sceso a 1,62 euro, mentre per un litro di diesel siamo a 1,68. (continua a leggere dopo le foto)

Taglio delle accise, cosa cambia a gennaio 2023

I prezzi sono ai minimi da giugno 2021, come conferma «Il Corriere della Sera»: “La costante discesa dei prezzi dei carburanti ha già compensato l’aumento delle accise. La benzina è ai minimi da un anno e mezzo. Secondo le rilevazioni settimanali del ministero dell’Ambiente e della Sicurezza energetica, tra il 19 e il 25 dicembre il prezzo medio nazionale della verde è sceso a 1,625 euro al litro, a un valore che non vedeva da giugno del 2021. Il diesel è invece arrivato a 1,689 euro, ovvero al livello più basso da poco meno di un anno, precisamente dal 31 gennaio 2022”. Leggi anche l’articolo —> Sciopero benzinai in autostrada: ecco quando

powered by Rossotech

@Caffeina Media s.r.l. 2022 | Registrazione al Tribunale di Roma n. 45/2018 | P. IVA: 13524951004


Hai scelto di non accettare i cookie

Tuttavia, la pubblicità mirata è un modo per sostenere il lavoro della nostra redazione, che si impegna a fornirvi ogni giorno informazioni di qualità. Accettando i cookie, sarai in grado di accedere ai contenuti e alle funzioni gratuite offerte dal nostro sito.

oppure