Vai al contenuto
Questo sito contribuisce alla audience di

Dispersi nel Natisone, emerge un elemento preoccupante su una delle ragazze: cosa si sa

Ragazzi dispersi nel Natisone

Friuli-Venezia-Giulia, ragazzi dispersi nel Natisone: da una ricostruzione della drammatica vicenda sui tre giovani trascinati dal fiume in piena emerge un dettaglio sconcertante che riguarda una delle ragazze. (Continua a leggere dopo le foto…)

Leggi anche: Dispersi nel Natisone, ci sono poche speranze: cosa si sa per ora

Leggi anche: Ragazzi dispersi nel fiume: lo strazio di chi ha assistito alla scena

Ragazzi dispersi nel Natisone
Ragazzi dispersi nel Natisone

Dispersi nel Natisone: la ricostruzione

La vicenda sta facendo rimanere in apprensione l’Italia dal primo pomeriggio del 31 maggio quando tre ragazzi sono stati avvistati mentre lottavano con estrema difficoltà contro la forte corrente del fiume Natisone in piena. Patrizia Cormos, 20 anni, Bianca Doros, 23, e il suo fidanzato, Cristian Casian Molnar di 25 anni erano stati sorpresi dalla dirompenza dell’acqua e non erano riusciti a mettersi in salvo in tempo finendo poi trascinati via durante le operazioni di soccorso. Da quel momento sono iniziate le ricerche, ma la speranza di ritrovare i tre giovani vivi è sempre più flebile. Ad aggiungersi alle già drammatiche condizioni si è aggiunto un nuovo dettaglio che riguarda una delle due ragazze. (Continua a leggere dopo la foto…)

Leggi anche: Ragazzi travolti dalla piena, il dolore della mamma di Patrizia

Ragazzi dispersi nel Natisone, il cellulare di uno di loro agganciato da una cella

I tre ragazzi non erano a conoscenza del pericolo

Il sindaco di Premariacco, Michele De Sabata, è stato intervistato dal Quotidiano Nazionale riportando elementi cruciali della ricostruzione. “Le piene del Natisone si ripetono 5 volte all’anno. – ha affermato De Sabata – Logico che quando piove al nord l’invaso si riempie in un attimo. Per 360 giorni nel fiume si fa balneazione, io stesso abito qua. Il problema è che quei ragazzi non sapevano nulla di questo”. Il racconto del primo cittadino prosegue con altri importanti elementi.

Scopriamo tutti i dettagli nella pagina successiva

Successiva
Pagine: 1 2
powered by Romiltec

©Caffeina Media s.r.l. 2024 | P. IVA: 13524951004


Hai scelto di non accettare i cookie

Tuttavia, la pubblicità mirata è un modo per sostenere il lavoro della nostra redazione, che si impegna a fornirvi ogni giorno informazioni di qualità. Accettando i cookie, sarai in grado di accedere ai contenuti e alle funzioni gratuite offerte dal nostro sito.

oppure