Vai al contenuto
Questo sito contribuisce alla audience di
Home » Finale dei Mondiali, boom di contagi: cosa sta succedendo

Finale dei Mondiali, boom di contagi: cosa sta succedendo

Finale Mondiali Francia influenza

Social. Finale dei Mondiali, la panchina della Francia a rischio per l’influenza. Domenica 18 Dicembre 2022 alle ore 16.00 andrà in scena la partita finale dei Mondiali in Qatar 2022. Le due squadre che si sfideranno per la vittoria sono la Francia, che ha sconfitto nella semifinale il Marocco, e l’Argentina, che si è guadagnata il posto in finale battendo la Croazia. Che dire? Una partita unica nella storia, mai nel corso dei vari Mondiali queste due squadre si sono sfidate per alzare la Coppa del Mondo. Purtroppo a causa dell’influenza l’ultima partita in Qatar potrebbe subire qualche intoppo: sembrerebbe esserci un boom di contagi negli spogliatoi. (Continua a leggere dopo la foto)

Leggi anche –> Mondiali in Qatar, l’incredibile profezia del Nostradamus vivente: ecco quale sarà la finale

Finale dei Mondiali, la panchina della Francia a rischio per l’influenza

Un vero e proprio terremoto sportivo potrebbe abbattersi sulla finale Francia-Argentina dei Mondiali 2022 in Qatar. Di fatto già dalla notte di Francia-Inghilterra, subito dopo i quarti di finale, è cominciata un’epidemia di influenza che ha messo ko alcuni elementi fondamentali della nazionale francese, come ad esempio Rabiot che ha saltato la semifinale col Marocco. Ora anche Coman sembrerebbe accusare dei sintomi influenzali. Per evitare il peggio in vista della finalissima del 18 Dicembre 2022, nello spogliatoio della Francia sono ricomparse mascherine e anche gel igienizzante per cercare di controllare una parte dei possibili contagi. Nel frattempo il Ct francese ha dichiarato: “Non c’è particolare preoccupazione per una possibile epidemia, sono casi di febbre dovuti agli effetti dell’aria condizionata negli stadi e nei vari ambienti, acuiti dagli sforzi sul campo. Certo, ormai siamo sensibili a tutto ciò che è virale e abbiamo preso le dovute misure”. Speriamo che la situazione migliori nel giro di pochi giorni. (Continua a leggere dopo la foto)

Le condizioni di Rabiot

La Francia interrompe il sogno del Marocco, batte 2-0 Hakimi e compagni con le reti di Theo Hernandez e Kolo Muani e raggiunge in finale l’Argentina. Ma c’è un però, sì, perché la nazionale di Deschamps deve fare i conti con quello che ha preso il nome di “virus del cammello”. Una sorta di influenza che ha messo ko Rabiot e Upamecano per la semifinale contro i Leoni dell’Atlante. Il centrocampista della Juventus e il difensore del Bayern Monaco, dunque, rischiano seriamente di saltare l’atto conclusivo contro l’Albiceleste in programma domenica alle 16 al Lusail Iconic Stadium.

Ma non è finita qui, perché il virus avrebbe colpito anche un altro giocatore: “Anche Coman aveva la febbre stamattina. A Doha le temperature si sono un po’ abbassate e l’aria condizionata è sempre accesa. Abbiamo avuto alcuni casi di sintomi simil-influenzali. Stiamo cercando di stare attenti perché non si diffonda e i giocatori hanno fatto un grande sforzo in campo e ovviamente le loro difese immunitarie ne risentono. Dayot Upamecano si è sentito male subito dopo la partita contro l’Inghilterra. Succede quando ti alleni così tanto, il tuo corpo si indebolisce e sei più incline a contrarre questi virus. Stiamo prendendo tutte le precauzioni necessarie, stiamo cercando di assicurarci che non si diffonda, ma i virus sono ovviamente infettivi e dobbiamo prendere precauzioni contro di loro. Lo separiamo dagli altri e anche da Adrien”.

Leggi anche –> Influenza del Cammello, il virologo Bassetti spiega sintomi e letalità

powered by Rossotech

@Caffeina Media s.r.l. 2022 | Registrazione al Tribunale di Roma n. 45/2018 | P. IVA: 13524951004


Hai scelto di non accettare i cookie

Tuttavia, la pubblicità mirata è un modo per sostenere il lavoro della nostra redazione, che si impegna a fornirvi ogni giorno informazioni di qualità. Accettando i cookie, sarai in grado di accedere ai contenuti e alle funzioni gratuite offerte dal nostro sito.

oppure