Vai al contenuto
Questo sito contribuisce alla audience di

“Devi fare la fine di Giulia Cecchettin”, papà insulta arbitro: cosa è successo

giulia cecchettin arbitro insulti

Social. “Devi fare la fine di Giulia Cecchettin“, sono queste le parole pronunciate da un padre durante una partita di basket. Cosa è successo e quali saranno le conseguenze per l’uomo. (Continua a leggere dopo la foto)

Leggi anche: Lo straziante annuncio della famosa mamma della tv: “Mia figlia è morta”

Leggi anche: Massacrata di botte dal fidanzato, invia messaggio al padre di nascosto: cosa è successo

Gli insulti sessisti durante la partita di basket: “Devi fare la fine di Giulia Cecchettin”

Un uomo di cinquant’anni di Camposampiero, in provincia di Padova, ha fatto delle dichiarazioni sessiste nei confronti di una ragazza di diciassette anni, arbitro di basket. L’uomo si è rivolto alla giovane con insulti e grida augurandole di “fare la stessa fine di Giulia Cecchettin”. (Continua a leggere dopo la foto)

La vicenda

Il fatto è avvenuto domenica 3 dicembre 2023 durante la partita di pallacanestro under 17 Silver che ha visto scontrarsi le due squadre Camin e Cittadella Brenta Gunners. Durante il match, numerosi tifosi hanno rivolto grida e insulti all’arbitro, una giovane ragazza di diciassette anni. (Continua a leggere dopo la foto)

Le querele e l’insulto più grave

A seguito dei numerosi insulti nei confronti della giovane arbitro, il padre della ragazza ha deciso di procedere con una querela grazie alla quale è stato possibile identificare un tifoso responsabile di urla, insulti e invettive nei confronti della figlia. L’uomo, cinquant’anni, ha inveito contro l’arbitro numerose volte, culminando la serie di insulti con la terribile frase: “Devi fare la fine di quella di Vigonovo”, riferendosi alla giovane Giulia Cecchettin, vittima di femminicidio. (Continua a leggere dopo la foto)

Le segnalazioni alle autorità

Il signore di 50 anni che ha pronunciato la terribile frase contro la giovane arbitro 17enne è il padre di una giovane cestista. L’uomo è conosciuto nell’ambiente sportivo a causa di ulteriori atti di intemperanze commessi durante analoghe manifestazioni sportive. Il signore è stato segnalato all’autorità giudiziaria per reati di minaccia e diffamazione, aggravati dall’aver agito nei confronti di una minore ed in un luogo dove si stava svolgendo una manifestazione sportiva.

powered by Romiltec

©Caffeina Media s.r.l. 2024 | Registrazione al Tribunale di Roma n. 45/2018 | P. IVA: 13524951004


Hai scelto di non accettare i cookie

Tuttavia, la pubblicità mirata è un modo per sostenere il lavoro della nostra redazione, che si impegna a fornirvi ogni giorno informazioni di qualità. Accettando i cookie, sarai in grado di accedere ai contenuti e alle funzioni gratuite offerte dal nostro sito.

oppure