Vai al contenuto
Questo sito contribuisce alla audience di
Home » Lo straziante annuncio del papà di Mattia poco fa: “Non ce la faccio più”

Lo straziante annuncio del papà di Mattia poco fa: “Non ce la faccio più”

Mattia Marche papà annuncio straziante. Il piccolo risulta ancora disperso dopo l’alluvione che ha colpito le Marche. Il padre, però, non si dà per vinto e spera ancora di ritrovare il bambino. Le ricerche proseguono, ma ogni giorno le speranze si riducono. In un’intervista rilasciata al quotidiano La Stampa, Tiziano Luconi si è lasciato andare ad un annuncio veramente straziante. (Continua dopo la foto…)

Mattia, il piccolo scomparso: la notizia è appena arrivata

Mattia Marche papà annuncio straziante

Nella notte tra il 15 e 16 settembre 2022, una potente bomba d’acqua si è abbattuta sulle Marche, causando morti e dispersi. La bomba d’acqua ha colpito l’alto pesarese, al confine con l’Umbria, e in particolare il comune di Cantiano, dove un fiume d’acqua ha invaso le strade, trascinando con sé macchine e allagando i piani terra delle abitazioni.

Tra i dispersi dell’alluvione che ha colpito le Marche risulta esserci il piccolo Mattia, di appena otto anni. Egli si trovava in compagnia della sua mamma, quando la potenza dell’acqua l’ha strappato dalle braccia del genitore. I vigili del fuoco sono riusciti a mettere in salvo la donna, mentre il bambino risulta ancora disperso.

Le ricerche proseguono da giorni, ma di Mattia ancora nessuna traccia. I familiari ovviamente non si rassegnano e sperano ancora che il bambino venga ritrovato sano e salvo. È chiaro che più aumentano i giorni, più le speranze di ritrovarlo vivo diminuiscono. Il padre, in un’intervista rilasciata a La Stampa, si è lasciato andare ad un annuncio che ha colpito veramente tutti. (Continua dopo la foto…)

Alluvione nelle Marche: trovato lo zainetto di Mattia, il bambino di 8 anni ancora disperso

L’annuncio straziante del padre

Tiziano Luconi, padre del piccolo Mattia, si è lasciato andare ad un annuncio straziante in un’intervista rilasciata a La Stampa. Luconi ha confessato di non riuscire a dormire la notte e soprattutto non riesce a restare chiuso in casa senza ricevere notizie del figlio. Il papà di Mattia ha poi dichiarato di non sapere se augurarsi di trovare il figlio morto per dargli una degna sepoltura “oppure non ritrovarlo mai più, in modo che rappresenti una presenza eterea, immortale”.

Tiziano ha poi aggiunto: “Sono psicologo e lavoro come educatore con i minori stranieri non accompagnati, sono abituato a rapportarmi con bambini e adolescenti e conosco il ritorno affettivo che ti danno. Con un figlio il rapporto è ancora più intenso e profondo. A maggior ragione con Mattia, un bambino intelligentissimo, che però soffre di autismo“.

Vuoi rimanere informato su tutte le notizie in tempo reale? Segui il canale Telegram 👉 t.me/ultimaor

powered by Rossotech

@Caffeina Media s.r.l. 2022 | Registrazione al Tribunale di Roma n. 45/2018 | P. IVA: 13524951004