Vai al contenuto
Questo sito contribuisce alla audience di

Posti di blocco, perchè migliaia di guidatori vengono multati: ecco a cosa fare attenzione

Un posto di controllo (o blocco) è una postazione o un luogo dove i passanti e i veicoli vengono fermati obbligatoriamente per verifiche e controlli da parte di Forze dell’Ordine o militari. Se posti sui confini nazionali, vengono detti anche valichi di frontiera e sono usati per il controllo di merci e persone in transito, per la verifica del rispetto delle normative immigratorie, fiscali e igienico-sanitarie. Rispettare l’alt delle Forze dell’Ordine  può essere una seccatura e una perdita di tempo, soprattutto quando si ha fretta. Inoltre, spesso, può essere la causa di qualche multa: ecco perchè per evitare di avere delle brutte sorprese bisogna fare attenzione ad alcuni dettagli. (Continua a leggere dopo la foto)

Posti di blocco, perchè migliaia di guidatori vengono multati: ecco a cosa fare attenzione

Fermarsi al posto di controllo può provocare ansia nel conducente che si trova a dover fare i conti con le Forze dell’Ordine. Per evitare di essere multati ci sono alcuni dettagli che è fondamentale conoscere. Fermarsi ad esempio è un obbligo stabilito dalla legge e guai a cercare di eludere l’ordine impartito dagli agenti. Inoltre, bisogna sempre avere con se il libretto, la patente di guida e il contrassegno dell’assicurazione. L’auto deve essere in regola anche per quanto riguarda la revisione. La revisione è una procedura di controllo dei veicoli, finalizzata a verificarne le condizioni di sicurezza, il livello di emissioni inquinanti e la rumorosità, che devono risultare conformi agli standard prescritti da normative internazionali e nazionali. La patente deve essere valida e per questo va controllata spesso la data di scadenza e anche l’assicurazione deve essere regolare. (Continua a leggere dopo la foto)

Dove si incontrano i posti di blocco in Italia

In Italia i posti di controllo sono generalmente istituiti sulle strade urbane per i controlli ordinari di guida con la richiesta di esibire documenti d’identità e relativa patente e il controllo di veicoli segnalati. È possibile trovare anche “posti di controllo pedonali” che consistono esclusivamente nel controllo dei pedoni. Poi va analizzata, infine, una sottile differenza tra posto di blocco e di controllo. Il primo viene istituito in situazioni eccezionali bloccando entrambi i sensi di circolazione della strada interessata. Il secondo, invece, è comunemente utilizzato per il normale controllo quotidiano di prevenzione.

Autostrade, arriva la stangata improvvisa: ecco cosa ci aspetta da Luglio

powered by Romiltec

©Caffeina Media s.r.l. 2024 | P. IVA: 13524951004


Hai scelto di non accettare i cookie

Tuttavia, la pubblicità mirata è un modo per sostenere il lavoro della nostra redazione, che si impegna a fornirvi ogni giorno informazioni di qualità. Accettando i cookie, sarai in grado di accedere ai contenuti e alle funzioni gratuite offerte dal nostro sito.

oppure