Vai al contenuto
Questo sito contribuisce alla audience di
Home » Prosciutto e melone, perché non mangiarlo: cosa succede

Prosciutto e melone, perché non mangiarlo: cosa succede

Il caldo picchia duro: con le temperature da record, gli Italiani cercano di trovare ristoro mangiando cibi freschi. Tra questi anche la combinazione “prosciutto e melone”, immancabile sulle tavole di tutti noi. Nonostante l’abbinamento piaccia a tutti, grandi e piccini, non per forza significa che sia salutare. A detta degli esperti, infatti, è un piatto che bisogna mangiare ma facendo attenzione. Vediamo insieme perché. (continua a leggere dopo le foto)

leggi anche l’articolo —> Colpo da 2 milioni al “Gratta e vinci”: la scoperta del vincitore lascia di sasso

Prosciutto e melone, perché non mangiarlo: cosa succede

Il prosciutto e melone è uno degli antipasti più rapidi da preparare. È una portata che presentata in un certo modo può dare anche un tocco di classe alla tavola e farà fare anche una splendida figura con i commensali. Gli esperti però dicono che bisogna mangiare tale abbinamento con cautela. La ragione è semplice: non è un fatto di calorie, che son comunque contenute – difatti una porzione da circa 100 grammi di crudo e 250 grammi di melone corrisponde più o meno a 220 Kcal – il vero problema sono i nutrienti e nello specifico le quantità di sodio e potassio. (continua a leggere dopo le foto)

prosciutto e melone

prosciutto e melone

Quando nasce quest’antipasto?

Nel Medioevo si pensava che mangiare il melone con il prosciutto lo rendesse più digeribile. All’epoca, infatti, il melone era più acidulo ed era considerato pericoloso per la salute. Le origini di questa pietanza risalgono alla cultura gastronomica dell’antica Grecia, quando ai tempi di Galeno si usava abbinare due elementi dal gusto opposto, creando così un contrasto di sapori. A prosciutto e melone si possono abbinare anche i formaggi. (continua a leggere dopo le foto)

prosciutto e melone

prosciutto e melone

Prosciutto e melone, perché occorre non abusarne

Per gli esperti però bisogna stare attenti a non mangiarne troppo: il melone contiene oltre 300 mg di potassio per porzione, i suoi benefici vengono ad ogni modo quasi annullati dal sodio del prosciutto con la sua elevata salinità. Come spiega “Libero Quotidiano”, che rilancia l’opinione degli esperti”, “100 grammi di San Daniele apportano ben 1800 mg di sodio, ossia circa il doppio rispetto al potassio. Dunque per questo gli esperti di alimentazione consigliano di mangiare prosciutto e melone solo raramente”. In alternativa si può mangiare il melone con qualche fettina di manzo. Un abbinamento che recherebbe molti più benefici. Che ne pensate? Leggi anche l’articolo —> Allarme nei supermercati italiani, intensificati i controlli: cosa sta succedendo

 

powered by Rossotech

@Caffeina Media s.r.l. 2022 | Registrazione al Tribunale di Roma n. 45/2018 | P. IVA: 13524951004


Hai scelto di non accettare i cookie

Tuttavia, la pubblicità mirata è un modo per sostenere il lavoro della nostra redazione, che si impegna a fornirvi ogni giorno informazioni di qualità. Accettando i cookie, sarai in grado di accedere ai contenuti e alle funzioni gratuite offerte dal nostro sito.

oppure