Vai al contenuto
Questo sito contribuisce alla audience di
Home » Allarme sciroppi per la tosse: ritirati dal mercato, ecco le marche

Allarme sciroppi per la tosse: ritirati dal mercato, ecco le marche

sciroppi per la tosse ritirati

Sciroppi per la tosse ritirati. L’Ema (Agenzia europea per i medicinali) ha ritirato dal mercato europeo alcuni sciroppi per la tosse perchè potrebbero portare gravi reazioni allergiche e addirittura shock anafilattici. Fortunatamente il ritiro è stato tempestivo, i farmaci non sarebbero arrivati sul mercato. (Continua…)

LEGGI ANCHE: Allarme mondiale, morti 66 bambini: sotto accusa quattro sciroppi per la tosse

Sciroppi per la tosse ritirati dal mercato

L’Agenzia Europea per i medicinali ha ritirato dal mercato alcuni sciroppi per la tosse. Essi avrebbero potuto causare reazioni allergiche e in alcuni casi più gravi addirittura shock anafilattici. La nota dell’Ema è stata pubblicata dall’Agenzia Italiana del Farmaco (Aifa), la quale ha sottolineato che – fortunatamente – la vendita di questi medicinali non era autorizzata in Italia. Questi sciroppi, dunque, non sarebbero mai arrivati nel nostro paese. Pericolo scampato per centinaia di migliaia di italiani che ogni anno, soprattutto in questo periodo, comprano sciroppi per calmare la tosse. (Continua dopo la foto…)

LEGGI ANCHE: Nuovo richiamo alimentare da parte del ministero della Salute: ecco la bibita da non bere

Perchè sono stati ritirati

Alcuni sciroppi per la tosse sono stati ritirati dal mercato perchè contengono folcodina, sostanza che viene sintetizzata a partire dalla morfina e viene usata anche come sedativo sin dagli anni Cinquanta. Tale sostanza è appunto presente negli sciroppi in quanto impedisce al cervello di tossire di riflesso ad uno stimolo. Essa viene dunque assorbita dal Sistema nervoso centrale. Il Comitato di valutazione dei rischi per la farmacosorveglianza dell’Ema ha chiesto di revocare l’autorizzazione commerciale di questi sciroppi che contengono folcodina perchè la sostanza può essere dannosa per la nostra salute, non a caso in Italia non è commercializzata.

Al contrario, la folcodina è commercializzata con vari nomi tra cui Dimetane, Biocalyptol e Broncalene, che adesso non sarà più possibile acquistarli o ricevere una prescrizione dal proprio medico nei Paesi ove era in commercio, come Belgio, Croazia, Francia, Irlanda, Lituania, Lussemburgo e Slovenia.
L’Ema, nella nota ufficiale pubblicata sul proprio sito, ha spiegato: “I dati disponibili hanno dimostrato come l’uso di folcodina nei dodici mesi precedenti l’anestesia generale con agenti bloccanti neuromuscolari (NMBA) sia un fattore di rischio per lo sviluppo di una reazione anafilattica agli NMBA“. Fortunatamente per noi italiani, questa sostanza non è commercializzata in Italia e quindi questi sciroppi non sarebbero mai potuti arrivare nel nostro paese.

powered by Rossotech

@Caffeina Media s.r.l. 2022 | Registrazione al Tribunale di Roma n. 45/2018 | P. IVA: 13524951004


Hai scelto di non accettare i cookie

Tuttavia, la pubblicità mirata è un modo per sostenere il lavoro della nostra redazione, che si impegna a fornirvi ogni giorno informazioni di qualità. Accettando i cookie, sarai in grado di accedere ai contenuti e alle funzioni gratuite offerte dal nostro sito.

oppure