Vai al contenuto
Questo sito contribuisce alla audience di

Tragedia con il parapendio: muore l’attore italiano

L’attore italiano aveva due passioni, la recitazione e volare. Proprio quest’ultima gli è stata fatale. L’uomo di 55 anni ieri è precipitato con il parapendio ed è deceduto dopo essere decollato da Malga Campet, sul Monte Avena. All’arrivo dei soccorritori, l’uomo respirava ancora ma era in stato di incoscienza. È morto poco dopo.

Leggi anche: Musica italiana in lutto, addio a Franchino: svelate le cause della morte

Leggi anche: Riccardo muore a soli 19 anni: la malattia scoperta per caso

Muore l’attore italiano

Massimo Madrigali, 55 anni, di Bologna, domenica 19 maggio si è schiantato al suolo poco dopo il decollo in parapendio dal Monte Avena, sulle Dolomiti bellunesi. L’uomo viveva a Bologna insieme alla madre ma era spesso sulle Dolomiti. Era appassionato di recitazione e lavorava al Teatro Evento cooperativa di Vignola specializzata in spettacoli per ragazzi. Dopo la pandemia, però aveva rallentato l’attività e si era dedicato soprattutto alla sua passione per il volo. Non solo parapendio, ma anche paracadutismo e deltaplano, che praticava sulle Dolomiti Feltrine. (continua dopo la foto)

Leggi anche: Rebecca muore a 35 anni dopo un mese di agonia

La causa dell’incidente

La ricostruzione dell’accaduto è affidata ai carabinieri di Arsiè e ogni pista è ancora aperta. Poco prima era decollato dall’area all’incrocio con Malga Campet, che frequentava abitualmente. Poco dopo il decollo col il parapendio, mprovvisamente si è chiusa la vela e Madrigali si è schiantato al suolo da un’altezza di circa 20 metri, a cui hanno assistito diversi testimoni. L’elicottero del Suem di Pieve di Cadore è giunto sul posto e ha sbarcato l’equipe medica e il tecnico di elisoccorso. All’arrivo dei medici Massinmo respirava ancora, ma in pochi attimi le sue condizioni sono peggiorate e il personale sanitario ha iniziato a praticargli le manovre di rianimazione. Purtroppo, non c’è stato nulla da fare. La salma è stata affidata ai militari dell’Arma per le indagini di rito. (continua dopo la foto)

Il ricordo di chi lo conosceva

Apprendiamo con sgomento l’improvvisa scomparsa di Massimo Madrigali – scrivono in un post sui social i responsabili di Teatro Evento – attore ‘storico’ di Teatro Evento, iniziò a lavorare con noi nemmeno ventenne nel 1987… più di 30 anni di lavoro insieme, più di 30 spettacoli interpretati, decine di migliaia di piccoli spettatori incontrati… ti ricordiamo così, insieme a loro“.

“Era un grande appassionato di parapendio, paracadutismo, deltaplano, praticava tutti questi sport e molto spesso andava in Veneto – ha raccontato a Il Resto del Carlino l’attrice Cristina Bartolini, collega e amica di Madrigali –. Anche lui, come me, aveva smesso di recitare nella compagnia e adesso era molto impegnato nei campi volo dove si addestrano i paracadutisti. In quelle discipline era preparatissimo, deve essere successo qualcosa. Io non me ne intendo, ma lui quando mi raccontava parlandomi dei rischi che si corrono, mi spiegava che ci sono modi per affrontarli e che vanno evitate situazioni di pericolo. Stare per aria era la cosa che gli piaceva di più al mondo“.

powered by Romiltec

©Caffeina Media s.r.l. 2024 | P. IVA: 13524951004


Hai scelto di non accettare i cookie

Tuttavia, la pubblicità mirata è un modo per sostenere il lavoro della nostra redazione, che si impegna a fornirvi ogni giorno informazioni di qualità. Accettando i cookie, sarai in grado di accedere ai contenuti e alle funzioni gratuite offerte dal nostro sito.

oppure