Vai al contenuto
Questo sito contribuisce alla audience di

Tragedia in famiglia, cosa trovano dentro l’asciugatrice: l’orrore davanti ai loro occhi

tragedia in famiglia

Social. Tragedia in famiglia, una nonna e una zia sono rimaste sconvolte dall’orrore che hanno trovato nel momento in cui hanno aperto l’asciugatrice della propria casa. Nessuna delle due donne si sarebbe mai aspettata di trovare quello che è stato recuperato. Scopriamo insieme maggiori dettagli in merito a questa tragica vicenda. (Continua a leggere dopo la foto)

Leggi anche: Ciccio e Tore, la scottante rivelazione della madre dopo 18 anni dalla scomparsa

Leggi anche: Musica in lutto, morta a 31 anni la cantante malata di tumore

tragedia in famiglia

Tragedia in famiglia, cosa trovano dentro l’asciugatrice

Tragedia in famiglia, una nonna e una zia nella città di Magaluf, nell’isola spagnola di Maiorca, sono rimaste sconvolte dall’orrore che si è presentato davanti ai loro occhi quando hanno aperto l’asciugatrice di casa. Un bambino di quattro anni, nipote delle due donne, stava giocando a nascondino, quando ha deciso di intrufolarsi all’interno dell’asciugatrice. Non era la prima volta che il bimbo di quattro anni si nascondeva lì dentro e per questo era già stato rimproverato diverse volte. (Continua a leggere dopo la foto)

Il momento della tragedia

Tragedia in famiglia, durante la giornata di giovedì 29 febbraio 2024, un bambino è stato ritrovato morto nella città di Magaluf, nell’isola spagnola di Maiorca. Il piccolo di quattro anni stava giovando a nascondino ed ha deciso di intrufolarsi all’interno dell’asciugatrice. Secondo le prime ricostruzioni degli investigatori, il bambino, una volta intrufolatosi all’interno dell’asciugatrice non sarebbe più riuscito ad uscire, rimanendo intrappolato e morendo soffocato. Secondo alcune fonti delle forze dell’ordine, il piccolo era sotto la custodia della nonna e della zia. Ad un certo punto, la zia si sarebbe addormentata e la nonna era uscita di casa. Quando la nonna del bambino è rientrata nell’abitazione intorno alle ore 14:00, si è accorta di non riuscire a trovarlo ed ha subito svegliato la zia. Le due donne sono corse immediatamente a cercare il piccolo, ma quando hanno aperto l’asciugatrice, ormai era troppo tardi.

powered by Romiltec

©Caffeina Media s.r.l. 2024 | Registrazione al Tribunale di Roma n. 45/2018 | P. IVA: 13524951004


Hai scelto di non accettare i cookie

Tuttavia, la pubblicità mirata è un modo per sostenere il lavoro della nostra redazione, che si impegna a fornirvi ogni giorno informazioni di qualità. Accettando i cookie, sarai in grado di accedere ai contenuti e alle funzioni gratuite offerte dal nostro sito.

oppure