Vai al contenuto
Questo sito contribuisce alla audience di
Home » Variante Omicron: finalmente la buona notizia che tutti stavamo aspettando

Variante Omicron: finalmente la buona notizia che tutti stavamo aspettando

I casi da Covid-19 continua a salire. Stando ai dati di ieri, 13 Gennaio 2022, del bollettino della Protezione Civile e del ministero della Salute sono 184.615 i nuovi positivi in Italia oggi. Sono stati registrati inoltre altri 316 morti. Sono stati 1.181.179 in più i tamponi processati da ieri, tra molecolari e antigenici, con un tasso di positività al 15,6%. In totale gli attualmente positivi sono 2.323.518 in Italia. Questi numeri così alti sono dovuti alla diffusione della variante Omicron, la quale è più contagiosa ma meno pericolosa della Delta. In queste ore è finalmente arrivata una buona notizia: ecco di cosa si tratta. (Continua a leggere dopo la foto)

Variante Omicron: finalmente la buona notizia che tutti stavamo aspettando

Come riportato dall’ANSA, una buona notizia sulla variante Omicron arriva dall’America. Una vasta ricerca di studiosi americani su circa 70 mila pazienti positivi al Covid ha dimostrato un rischio di ospedalizzazione e di decessi sostanzialmente ridotto con la variante Omicron rispetto a quella Delta, e questo indipendentemente dal livello di immunità nella popolazione. Tra le oltre 52 mila persone con Omicron nessuna ha avuto bisogno di un respiratore artificiale, contro 11 tra i 17 mila con Delta. Inoltre la durata media del ricovero è stata di 1,5 giorni con Omicron contro i 5 per Delta. Questi dati sono stati forniti dai ricercatori dell’Università di California, Berkeley, Kaiser Permanente e i CDC, l’agenda federale USA contro la diffusione delle malattie. Ora però, questa ricerca, dovrà essere confrontata e verificata con i dati che arrivano dal resto del mondo. (Continua dopo la foto) 

È possibile il passaggio da pandemia a endemia?

Una pandemia è il rapido diffondersi di una malattia su scala globale, e di conseguenza coinvolge gran parte della popolazione mondiale. Tale situazione presuppone la mancanza di immunizzazione dell’uomo nei confronti di un patogeno altamente pericoloso. L’endemia, invece, è uno stato morboso o un agente infettivo che è costantemente presente in una popolazione o in una determinata area geografica senza immissioni esterne. Il Covid-19 sta passando da pandemia a endemia? Il sottosegretario alla Salute, Pierpaolo Sileri, ai microfoni di L’Italia s’è desta su Radio Cusano Campus, ha dichiarato: «Il declassamento del Covid da pandemia a endemia, come intende fare la Spagna è un’opzione che non potrà non essere valutata. Forse ce lo consentirà questa variante Omicron, che è verosimilmente meno aggressiva della Delta, ma in una popolazione vaccinata».

“Un Giorno da Pecora”, Matteo Bassetti annuncia la data della fine della pandemia

Vuoi rimanere informato su tutte le notizie in tempo reale? Segui il canale Telegram 👉 t.me/ultimaor

powered by Rossotech

@Caffeina Media s.r.l. 2022 | Registrazione al Tribunale di Roma n. 45/2018 | P. IVA: 13524951004