Vai al contenuto
Questo sito contribuisce alla audience di

Viene dichiarata morta in casa di riposo, poi accade l’impensabile al funerale

Viene dichiarata morta in casa di riposo, poi accade l’impensabile al funerale – Un’anziana signora ha smesso di respirare nella casa di riposo in cui si trovava ed è quindi stata dichiarata morta. Il suo cuore non batteva più. Si stava preparando tutto per i funerali, quando è successo l’impensabile. (continua a leggere dopo le foto)

Leggi anche: Muore folgorato mentre fa la doccia: Giuseppe si stava preparando per un matrimonio

Leggi anche: William e Kate distrutti dal lutto: il messaggio ufficiale della coppia reale

Viene dichiarata morta in casa di riposo, poi accade l’impensabile al funerale

La signora, Constance Glantz, ha smesso di respirare nella casa di riposo in cui si trovava. L’anziana è stata dichiarata morta. Il suo cuore non batteva più e i funerali si stavano avvicinando. La donna è stata collocata in una bara e proprio un addetto ai lavori si è accorto di un fatto. Così, sbigottito, è corso a chiamare i colleghi. (continua a leggere dopo le foto)

Leggi anche: Muore folgorato mentre fa la doccia: Giuseppe si stava preparando per un matrimonio

Leggi anche: Natisone, nuovi elementi sulla tragedia: cos’è l’effetto “freezing” che ha paralizzato i tre giovani

Viene dichiarata morta in casa di riposo, poi al funerale succede l’imprevisto

La vicenda arriva dagli Stati Uniti: lunedì Constance Glantz è stata dichiarata morta dagli infermieri della casa di riposo in cui si trovava da vario tempo, a Lincoln, in Nebraska. Dopo la dichiarazione di morte la salma è stata trasportata in un’impresa di pompe funebri locale. La famiglia era pronta a dirle addio, ma la scoperta di un dipendente delle onoranze funebri ha cambiato le carte in tavola.

Scopriamo tutti i dettagli nella pagina successiva

Successiva
Pagine: 1 2
powered by Romiltec

©Caffeina Media s.r.l. 2024 | P. IVA: 13524951004


Hai scelto di non accettare i cookie

Tuttavia, la pubblicità mirata è un modo per sostenere il lavoro della nostra redazione, che si impegna a fornirvi ogni giorno informazioni di qualità. Accettando i cookie, sarai in grado di accedere ai contenuti e alle funzioni gratuite offerte dal nostro sito.

oppure