Home » Piazzapulita, scontro in studio tra Paragone e Formigli sul tema Green Pass

Piazzapulita, scontro in studio tra Paragone e Formigli sul tema Green Pass

Nella scorsa puntata di “Piazzapulita”, in onda su La 7, c’è stato un acceso scontro tra Gianluigi Paragone e il conduttore Corrado Formigli sul tema del Green Pass. Paragone non si è vaccinato e sembrava avere un’idea molto diversa rispetto a quella del conduttore di LA7. (Continua dopo la foto…)

Piazza pulita, scontro tra Paragone e Formigli

Piazzapulita è un programma televisivo settimanale di attualità e approfondimento condotto da Corrado Formigli. La trasmissione va in onda su LA7 in prima serata dal 15 settembre 2011. Inizialmente il programma andava in onda il lunedì, salvo poi spostarsi al giovedì dalla quinta edizione al posto di Servizio pubblico. Il programma è composto da interviste cosiddette “one-to-one”, ma è anche un talk a più ospiti con reportage e inchieste sui principali fatti di attualità nazionale e internazionale. Il titolo del programma prende il nome dalla parte conclusiva della trasmissione, in cui un telespettatore del programma è invitato in studio a dire ciò di cui vorrebbe fare “piazza pulita”.

Il programma – come abbiamo già detto – è sempre stato condotto da Corrado Formigli, giornalista, autore e conduttore televisivo. Nella puntata andata in onda ieri sera su LA7, il conduttore ha avuto uno scontro molto acceso con Gianluigi Paragone. Il giornalista e conduttore televisivo, nonchè membro del Senato della Repubblica dal 2018, è stato ospite nella puntata di ieri sera, ma non era presente in studio. Paragone si è collegato con la trasmissione ed ha avuto uno scontro molto acceso con il conduttore sul tema del Green Pass.

Il giornalista e conduttore televisivo, infatti, non si è vaccinato e in trasmissione ha così spiegato la sua decisione: “Potrei dirti che ho avuto il Covid e dunque ho già gli anticorpi, ma in realtà non mi sento affatto rassicurato dalla scarsa trasparenza delle informazioni. Ho fatto molte interrogazioni parlamentari, ma non ho mai avuto risposto. Non ho fiducia degli enti certificatori, perchè c’è sempre qualcuno che non è così trasparente“.

In studio era presente anche Roberta Villa, divulgatrice scientifica, la quale ha cercato di far cambiare idea a Paragone: “Nessuno è in grado di capire gli atti dell’Ema“. Il politico, però, ha ribadito: “Posso avvalermi del mio spazio di libertà?“, ribadendo come il vaccino, almeno in Italia, non deve essere obbligatorio. Paragone ha infine chiosato: “Mario Draghi è un criminale dal momento in cui è a conoscenza di un patrimonio scientifico di casistica per cui la mia non vaccinazione mette a rischio gli altri“. (Continua dopo la foto…)

Chi è Gianluigi Paragone

Gianluigi Paragone è un giornalista e conduttore televisivo, oltre ad essere politico e membro del Senato della Repubblica dal 2018. Come giornalista è stato direttore de La Padania e vicedirettore di Libero. Come conduttore, invece, è stato protagonista di L’ultima parole, in onda su Rai 2, In gabbiaIn onda, programmi di La7. Infine come politico, invece, è membro del Senato dal 2018 e nel 2020 ha fondato un nuovo partito, Italexit.

L’aria che tira, Massimo Giletti contro Olga Milanese: “Il Covid non è sconfitto”

Tag: