Vai al contenuto
Questo sito contribuisce alla audience di

“L’Eredità”, tutti gli occhi puntati su Gabriele: cos’è successo

News tv. “L’Eredità”, tutti gli occhi puntati su Gabriele: cos’è successo. Dopo il ritiro in diretta tv del campione Daniele per motivi di famiglia, all’Eredità, il game show di Rai 1 condotto da Marco Liorni, è arrivato Gabriele. Durante l’ultima puntata andata in onda il 28 Gennaio 2024 dell’Eredità, i concorrenti Cesario e Gabriele si sono sfidati per accedere all’ultima fase del gioco, la famosa Ghigliottina. Alla fine, Gabriele ha trionfato, guadagnandosi la possibilità di giocare per il premio finale con un montepremi accumulato di 160.000 euro. (Continua a leggere dopo la foto)

Leggi anche: “L’Eredità”, la decisione senza precedenti del campione: pubblico incredulo

Leggi anche: “Che vergogna”. “L’Eredità”, la gaffe del concorrente scatena il pubblico

Leggi anche: “L’Eredità”, Matteo è il nuovo campione: ma occhio al dettaglio, a chi somiglia

Leggi anche: “L’Eredità”, vincita record del campione Daniele: sbanca l’intero montepremi

“L’Eredità”, il nuovo campione Gabriele affascina il pubblico di Rai 1

Durante l’ultima puntata andata in onda il 28 Gennaio 2024 dell’Eredità, Gabriele è diventato il nuovo campione, guadagnandosi la possibilità di giocare per il premio finale con un montepremi accumulato di 160.000 euro. E proprio durante la Ghigliottina, Gabriele ha dovuto trovare una parola che legasse insieme cinque parole indizio: “prendere”, “nobili”, “accordo”, “gioco”, “milione”. Dopo diversi tagli, il premio finale si è ridotto a 20.000 euro. La parola corretta che univa tutti gli indizi era “parti”, ma Gabriele ha risposto “Polo”, nonostante gli sforzi del conduttore Liorni di guidarlo verso la risposta giusta. Niente da fare quindi per Gabriele che non si porta a casa un euro.

“Scopriamo tutti i dettagli nella pagina successiva”

Successiva
Pagine: 1 2
powered by Romiltec

©Caffeina Media s.r.l. 2024 | Registrazione al Tribunale di Roma n. 45/2018 | P. IVA: 13524951004


Hai scelto di non accettare i cookie

Tuttavia, la pubblicità mirata è un modo per sostenere il lavoro della nostra redazione, che si impegna a fornirvi ogni giorno informazioni di qualità. Accettando i cookie, sarai in grado di accedere ai contenuti e alle funzioni gratuite offerte dal nostro sito.

oppure