Vai al contenuto
Questo sito contribuisce alla audience di
Home » “Quarto Grado”, caso di Liliana Resinovich: cosa ha deciso la procura

“Quarto Grado”, caso di Liliana Resinovich: cosa ha deciso la procura

"Quarto Grado", la decisione della procura sul caso di Liliana Resinovich

News Tv. A Quarto Grado si parla ancora del caso di Liliana Resinovich. La donna è scomparsa a dicembre dello scorso anno ed è stata trovata morta il 5 gennaio scorso. Ancora non si sa se si tratta di un omicidio o di un suicidio. Liliana apparentemente non aveva motivo di togliersi la vita e nessuno dei suoi familiari ha ragione di credere che abbia potuto uccidersi. D’altro canto, dopo un anno di indagini, ancora non si ha il nome di un possibile sospettato. La procura ha interrogato nuovamente sia Sebastiano Visintin, il marito della donna, sia Claudio Sterpin, l’amante, e sembra che si sia giunti ad una conclusione importante.

"Quarto Grado", cosa ha deciso la procura sul caso di Liliana Resinovich

“Quarto Grado”, cosa ha deciso la procura sul caso di Liliana Resinovich

A un anno dalla scomparsa di Liliana Resinovich è molto probabile che la procura di Trieste stia per concludere le indagini. La procura aveva aperto due fascicoli: uno per suicidio e l’altro per sequestro di persona. Ora appare molto probabile che il caso verrà archiviato come suicidio. Ci ha pensato Quarto Grado a lanciare l’indiscrezione. Durante il programma, i conduttori hanno spiegato che sia Sebastiano Visintin, che il sedicente amante Claudio Sterpin hanno nuovamente raccontato la loro versione dell’accaduto alla procura.

Entrambi sono tornati a Quarto Grado dove hanno dato sfogo alla loro rivalità. L’uno con il dito puntato contro l’altro hanno risposto alle domande e insinuato dubbi sulla possibile colpevolezza del rivale. Sebastiano, dopo aver annunciato di non voler rilasciare più interviste per non rievocare la vicenda dolorosa della morte della moglie, ha partecipato comunque alla trasmissione per poter dire la sua su Claudio. “Mi domando se Claudio sa cosa vuol dire l’amore”, ha insinuato.

LEGGI ANCHE: “Chi l’ha visto?”, puntata speciale dedicata alle donne e all’Iran: le anticipazioni

È scontro tra Sebastiano e Claudio

Anche Claudio aveva un po’ di cose da dire a Sebastiano durante la puntata di ieri di Quarto Grado. Sterpin è arrivato a ipotizzare che Lilly, dopo la morte, sia stata occultata nella cella frigorifera di una macelleria o di una pescheria. Sono queste le attività con le quali Sebastiano collaborava affilando coltelli. Stando a quanto racconta appunto quest’ultimo, pare che una troupe televisiva si sia recata in una di queste aziende chiedendo di vedere la cella frigorifera in cui sarebbe stato occultato il cadavere di Liliana. Naturalmente non esistono prove che sia accaduto questo.

“Io continuo, no suicidio”, ha concluso Claudio, scommettendo tutto sulla colpevolezza del rivale. L’uomo ha continuato spiegando che trovava strano il fatto che Sebastiano non collaborasse con la famiglia di Liliana per cercare la verità e neanche che controllare la casa da cima a fondo in cerca di prove, controllando se mancasse nulla.

powered by Rossotech

@Caffeina Media s.r.l. 2022 | Registrazione al Tribunale di Roma n. 45/2018 | P. IVA: 13524951004


Hai scelto di non accettare i cookie

Tuttavia, la pubblicità mirata è un modo per sostenere il lavoro della nostra redazione, che si impegna a fornirvi ogni giorno informazioni di qualità. Accettando i cookie, sarai in grado di accedere ai contenuti e alle funzioni gratuite offerte dal nostro sito.

oppure