Vai al contenuto
Questo sito contribuisce alla audience di
Home » Benzina, arriva la pessima notizia per gli italiani: cosa rischiamo

Benzina, arriva la pessima notizia per gli italiani: cosa rischiamo

Arriva una pessima notizia sul fronte benzina per gli italiani. Il prezzo, dopo lo scoppio della guerra in Ucraina, sale e scende vertiginosamente. A cavallo tra febbraio e marzo ha raggiunto vette mai esplorate, mentre adesso il prezzo sembra in discesa. Gli italiani, però, non possono dormire sonni tranquilli. Il pericolo è sempre dietro l’angolo. Sono in arrivo infatti pessime notizie per tutti coloro che per spostarsi hanno necessariamente bisogno di un veicolo proprio a benzina. (Continua dopo la foto…)

Perchè il prezzo della benzina è aumentato?

In seguito allo scoppio della guerra in Ucraina, il prezzo della benzina e del diesel è lievitato. Molti, però, si sono chiesti il motivo di tutto questo e soprattutto se c’entri veramente la guerra o no. Lo scoppio del conflitto tra Russia e Ucraina sicuramente incide sul costo della benzina, ma è sicuramente l’unica motivazione. Sul costo del petrolio, infatti, incidono anche le spese di lavorazione e trasporto dei paesi che lo estraggono e non sono ovviamente da trascurare le accise. Si tratta di una quota fissa (0,72 euro per la benzina e 0,67 euro per il gasolio), al quale poi va aggiunta l’IVA. L’Italia è al primo posto in questa speciale classifica ed infatti fare il pieno nel nostro paese costa di più rispetto a farlo negli altri paesi. (Continua dopo la foto…)

Benzina e Diesel, stangata per gli italiani: quanto hanno speso in più

Benzina e diesel, via le accise: finalmente calano i prezzi

Arriva un’altra brutta notizia sul fronte benzina

Il pericolo benzina sembrava scongiurato. Il taglio delle accise aveva fatto risparmiare molti soldi agli italiani, ma adesso arriva un’altra brutta notizia. Nel mese di maggio, infatti, i prezzi potrebbero aumentare nuovamente. Il taglio delle accise dovrebbe restare in vigore fino al 2 maggio 2022, ma il governo sembra intenzionato a prorogarlo se i prezzi non dovessero abbassarsi. Addirittura si studiano nuovi interventi per favorire gli italiani. “Daremo continuità alle politiche di sostegno a famiglie e imprese” – ha assicurato il sottosegretario all’Economia – “proroga del taglio delle accise, della riduzione Iva sul gas, azzeramento degli oneri di sistema per le categorie più deboli, supporto alle imprese più energivore. Insomma continueremo a garantire sostegno al Paese, con tutti gli strumenti che saranno necessari”.

Vuoi rimanere informato su tutte le notizie in tempo reale? Segui il canale Telegram 👉 t.me/ultimaor