Vai al contenuto
Questo sito contribuisce alla audience di
Home » Orrore contro la Marina Militare: cos’è successo alle nostre Forze Armate

Orrore contro la Marina Militare: cos’è successo alle nostre Forze Armate

Un vero e proprio orrore quello andato in scena a Taranto contro la Marina Militare. Quanto accaduto ha lasciato tutti senza parole ed ha provocato la reazione immediata del ministro della Difesa. Un fatto del genere non si deve assolutamente replicare. Solidarietà alle nostre Forze Armate, protagoniste – purtroppo – di un gesto vergognoso e da condannare. (Continua dopo la foto…)

Orrore contro la Marina Militare

Quanto successo a Taranto, sotto il ponte levatoio del canale navigabile, è un atto vergognose e assolutamente da condannare. Protagoniste – purtroppo – le nostre Forze Armate. La “Nave carabiniere” stava passando sotto il ponte levatoio del canale navigabile di Taranto, quando ha dovuto sopportare offese e ingiurie da parte di alcuni presenti. Un gesto vergognoso, assolutamente da condannare. Immediata la reazione del ministro della Difesa, Guerini, che ha sottolineato: “Preoccupa la violenza di cui è stata fatta bersaglio la nave della Marina Militate ‘Carabiniere’, al rientro nel porto di Taranto”. Solidarietà anche dal mondo dei social. (Continua dopo la foto…)

Addio al Green Pass e alle mascherine in Italia: ecco dove e da quando

Cos’è successo

La Marina Militare ‘Carabiniere’ è stata protagonista – suo malgrado – di un episodio vergognoso. La nave stava passando sotto il ponte levatoio navigabile di Taranto, quando ha dovuto subire offese e ingiurie da parte di un gruppo di persone presenti sul posto. Urla e lancio di oggetti dalle terrazze che danno sul canale che porta al bacino dell’Arsenale all’interno del Mar Piccolo. È comparsa anche una scritta: “La guerra la stiamo già pagando: chi con la vita, chi con la fame. No Nato! No Putin!”. Poi la raffica di fango: “Bastardi, bastardi, assassini, dovete morire”.

Immediata la reazione del ministro della Difesa Guerini, che ha detto: “Pur trattandosi di un gruppo ristretto di persone, che non rappresenta in alcun modo i sentimenti riservati dalla stragrande maggioranza dei cittadini italiani alle donne e agli uomini in uniforme, preoccupa la violenza di cui è stata fatta bersaglio la nave della Marina Militate ‘Carabiniere’, al rientro nel porto di Taranto. […] Si tratta di azioni che si condannano da sole. Voglio esprimere la mia vicinanza all’equipaggio del ‘Carabiniere’ e a tutta la famiglia della Difesa”. Solidarietà anche sui social per le nostre Forze Armate. Il coro ha indignato migliaia e migliaia di italiani, i quali credono nel lavoro svolto dai nostri militari in questo momento così delicato. La Marina Militare deve assicurare protezione ai nostri confini via mare in uno dei periodi più drammatici della storia recente.

Vuoi rimanere informato su tutte le notizie in tempo reale? Segui il canale Telegram 👉 t.me/ultimaor