Vai al contenuto
Questo sito contribuisce alla audience di
Home » Succederà tra poche ore: è allarme in Italia. Ecco cosa ci aspetta domani

Succederà tra poche ore: è allarme in Italia. Ecco cosa ci aspetta domani

Cresce l’allarme in Italia. Quello che si verificherà nella giornata di domani potrebbe non avere precedenti storici. La popolazione è in apprensione. La notizia è stata rivelata poco fa e cresce l’ansia tra gli italiani. Cosa fare per evitare di subire questo allarme? In questo articolo vi sveliamo tutti i dettagli in merito a questa notizia che ha aumentato l’apprensione nel nostro paese. (Continua dopo la foto…)

È allarme sui conti correnti bancari: cosa sta succedendo

Allarme in Italia, succederà tra poche ore

Il nostro paese non sta di certo trascorrendo un buon periodo. Il Covid è ancora in circolo e i contagi aumentano ogni giorno, l’economia subisce il peso dell’inflazione che in questi giorni è salita alle stelle e a ciò si è aggiunta negli ultimi minuti la crisi di governo. Dopo la sfiducia incassata dal Movimento 5 Stelle, il premier Mario Draghi ha rassegnato le sue dimissioni. Tra settembre e ottobre ci saranno le elezioni per eleggere un nuovo governo. Fino a quel giorno, l’Italia dovrà vivere in una sorta di limbo e boccheggiare tra crisi economica e sanitaria.

I problemi, però, non sono finiti qua. La notizia dell’ultima ora dice che domani l’allarme in Italia potrebbe addirittura aumentare. Ciò che succederà domani, infatti, sembra non avere precedenti nella storia. Se siete curiosi di sapere cosa succederà, vi consigliamo di leggere l’articolo fino alla fine. (Continua dopo la foto…)

Tempesta solare in corso, cosa rischiamo: l’allarme

Cosa ci aspetta domani

Cresce l’allarme meteo in Italia. Nella giornata di domani, domenica 24 luglio, le città da bollino rosso passeranno da 16 a 19. Esse dovranno fare i conti con il caldo record. Le città che domani diventeranno da bollino rosso sono Civitavecchia, Pescara e Venezia. Queste ultime, stando al bollettino sulle ondate di calore emesso dal ministero della Salute, potrebbero dire addio allo stato intermedio di allerta. Le altre città da bollino rosso, invece, sono: Bologna, Bolzano, Campobasso, Firenze, Frosinone, Genova, Latina, Milano, Perugia, Rieti, Roma, Torino, Trieste, Verona e Viterbo. Rimangono arancioni Ancona, Cagliari, Catania, Napoli (che oggi ha il bollino giallo), Palermo e Reggio Calabria. L’unica città ad essere ancora gialla è Bari.

Fortunatamente non mancheranno giorni di pioggia e temporali. Le recenti previsioni del meteorologo Mario Giuliacci prevedono fenomeni temporaleschi tra martedì 26 e mercoledì 27 sul Nord e sulle Alpi.

Vuoi rimanere informato su tutte le notizie in tempo reale? Segui il canale Telegram 👉 t.me/ultimaor

powered by Rossotech

@Caffeina Media s.r.l. 2022 | Registrazione al Tribunale di Roma n. 45/2018 | P. IVA: 13524951004