Vai al contenuto
Questo sito contribuisce alla audience di
Home » Tessera sanitaria: si rischia una multa da 100€. Occhio a questo particolare dettaglio

Tessera sanitaria: si rischia una multa da 100€. Occhio a questo particolare dettaglio

Gli italiani rischiano una multa di circa 100 euro a causa della tessera sanitaria. Invitiamo tutti a fare attenzione a questo particolare dettaglio. Pochi infatti ci faranno caso, ma chi trasgredisce le regole potrà ricevere una sanzione amministrativa di circa 100 euro. In questo articolo vi sveliamo tutti i dettagli in merito a questa notizia. (Continua dopo la foto…)

Cos’è la tessera sanitaria

La tessera sanitaria è un documento personale che ha sostituito il tesserino plastificato del codice fiscale e funge anche da carta nazionale dei servizi. Sul retro della tessera è stampata la tessera europea di assicurazione malattia. È stata introdotta con l’articolo 50 del decreto-legge 30 settembre 2003, n. 269, convertito, con modificazioni, dalla legge 24 novembre 2003, n. 326. In base a tale decreto, i parametri della tessera sono definiti con d.m. del Ministero dell’economia e delle finanze, adottato di concerto con il Ministero della salute e con la Presidenza del Consiglio dei ministri. La distribuzione delle tessere è cominciata a partire dal 1º gennaio 2004. Ha sostituito il vecchio tesserino con il codice fiscale, ma non il libretto sanitario.

Sulla tessera sanitaria sono riportati i dati anagrafici e il codice fiscale sia su banda magnetica sia in formato codice a barre. Chi possiede la tessera sanitaria ha il diritto all’assistenza sanitaria sull’intero territorio nazionale e il diritto alle prestazioni sanitarie urgenti o necessarie, anche se continuative, negli altri Paesi dell’Unione europea. Ha una validità massima di 6 anni. Alcune tessere hanno il microchip contenente un certificato elettronico che consente il riconoscimento certo dell’identità del cittadino in rete. (Continua dopo la foto…)

Multe da capogiro in arrivo: italiani fate attenzione a questa cosa. La notizia è tremenda

Non prelevare più questa cifra: scatta l’allarme. È bufera per la decisione in Italia

Rischio multa di 100 euro

L’Agenzia delle Entrate ha fatto sapere quali sono le sanzioni previste in caso di omessa o tardiva ed errata trasmissione dei dati al Sistema tessera sanitaria. Viene di fatto applicata una multa da 100 euro per ogni comunicazione. Sono interessati  da questo provvedimento, però, solo le aziende sanitarie locali, le aziende ospedaliere, gli istituti di ricovero e cura a carattere scientifico, i policlinici universitari, le farmacie pubbliche e private, i presidi di specialistica ambulatoriale, le strutture per l’erogazione delle prestazioni di assistenza protesica e di assistenza integrativa, gli altri presidi e strutture accreditati per l’erogazione dei servizi sanitari e gli iscritti all’Albo dei medici chirurghi e degli odontoiatri. L’Agenzia delle Entrate ha inoltre chiarito che la sanzione da 100 euro è valida per ogni singolo documento di spesa errato, omesso o tardivamente inviato.

Vuoi rimanere informato su tutte le notizie in tempo reale? Segui il canale Telegram 👉 t.me/ultimaor

powered by Rossotech

@Caffeina Media s.r.l. 2022 | Registrazione al Tribunale di Roma n. 45/2018 | P. IVA: 13524951004