Vai al contenuto
Questo sito contribuisce alla audience di

Fedez rompe il silenzio, il duro sfogo social: “È colpa degli psicofarmaci”

Dopo giorni di silenzio sui social, durante i quali aveva annunciato di voler prendere una pausa, Fedez è riapparso su Instagram per spiegare ai suoi follower cosa fosse accaduto e fornire aggiornamenti sulla sua salute. Negli ultimi giorni, infatti, avevano suscitato preoccupazione le immagini in cui faticava a parlare a causa di pesanti tic nervosi e balbuzie. Attraverso una serie di storie su Instagram, il cantante poco fa ha fornito una migliore spiegazione sulla sua situazione attuale.

Fedez rompe il silenzio sui problemi di salute


Queste le sue parole: “Ci tengo a ringraziarvi per i messaggi di vicinanza e ci tengo a raccontarvi tutto quello che è successo. Ogni giorno escono notizie su me e la mia famiglia che non corrispondono al vero ed è giusto che sia io a raccontarvi quello che è successo. Da dove partire? Purtroppo devo partire da quanto mi è stato diagnosticato il tumore al pancreas. Per quanto privilegiato possa essere è stato un evento molto traumatico e solo oggi ho realizzato di quanto non mi sia preso cura della mia salute mentale rispetto a questo evento, affidandomi solamente a psicofarmaci, che ho cambiato nel corso dei mesi fino a trovarne uno che non era proprio indicato a me.”

Leggi anche: Fedez, esce fuori la verità sul suo silenzio: cos’hanno scoperto

Leggi anche: Fedez, perché ha il problema della balbuzie: fan preoccupatissimi

In seguito, Fedez ha fornito ulteriori dettagli sulla vicenda: “Da gennaio mi è stato prescritto questo psicofarmaco, un antidepressivo molto forte che mi ha cambiato molto, agitandomi tanto, dandomi anche effetti collaterali fisici molto forti, fino al punto da provocarmi tic nervosi alla bocca che mi hanno impedito di parlare in maniera libera. Avendomi dato effetti collaterali forti, ho dovuto sospendere senza scalarlo, cosa che solitamente non si fa a meno che non ci siano rischi importanti. Io sono stato costretto a sospenderlo e ha provocato un effetto rebound che è una cosa che non auguro nessuno”.

Fedez parla dell’assenza da LOL 3

Fedez ha poi spiegato la ragione della sua assenza da vari eventi e impegni lavorativi degli ultimi giorni, tra cui la presentazione di LOL 3 e la testimonianza nel processo relativo alla strage di Corinaldo:

“Oltre a darmi un annebbiamento a livello cognitivo, mi ha dato spasmi alle gambe che per giorni mi hanno impedito per diversi giorni di camminare, vertigini, nausea, perdita di peso, non una bella cosa. Non ho potuto svolgere il mio lavoro, ragione per la quale non c’ero alla presentazione di LOL e al processo per la strage di Corinaldo e altre cose. Ad oggi non sono ancora al cento per cento, però giorno dopo giorno miglioro.”

Fedez, cos’è successo nelle ultime settimane

Durante le stories, Fedez ha affrontato anche il tema della sua famiglia e del rapporto con sua moglie, Chiara Ferragni, sul quale negli ultimi tempi si sono addensate molte polemiche e critiche. Il rapper ha affermato che questo periodo difficile gli ha fatto capire l’importanza di concentrarsi sulla propria salute mentale e di passare più tempo con la sua famiglia e con la moglie. Fedez ha elogiato Chiara, definendola l’unica persona che gli è stata accanto durante questo periodo e sottolineando la difficoltà che ha dovuto affrontare per gestire la situazione mediatica. Il cantante ha poi concluso con un consiglio a tutti, di prendersi cura della propria salute mentale in caso di eventi traumatici, altrimenti le ferite potrebbero richiedere cure ancora più brutali in futuro. Infine, Fedez ha ringraziato la moglie per aver badato a lui e alla loro famiglia in un momento così difficile, affermando di sentirsi fortunato di avere una persona come lei al suo fianco.

powered by Romiltec

©Caffeina Media s.r.l. 2024 | P. IVA: 13524951004


Hai scelto di non accettare i cookie

Tuttavia, la pubblicità mirata è un modo per sostenere il lavoro della nostra redazione, che si impegna a fornirvi ogni giorno informazioni di qualità. Accettando i cookie, sarai in grado di accedere ai contenuti e alle funzioni gratuite offerte dal nostro sito.

oppure