Vai al contenuto
Questo sito contribuisce alla audience di

“Ho un problema al cuore”. Laura Pausini, la drammatica confessione in Tv: di cosa soffre

Personaggi Tv. La celebre cantante italiana Laura Pausini ha recentemente rivelato in una puntata di “Domenica In”, condotta da Mara Venier, di soffrire di un problema cardiaco. Questa confessione ha destato preoccupazione tra i fan e ha gettato nuova luce su un episodio avvenuto durante la presentazione dell’Eurovision 2022, dove la Pausini aveva dovuto improvvisamente lasciare il palco.

Leggi anche: Ilary Blasi, arriva il lieto annuncio in famiglia: tutti al settimo cielo

Leggi anche: “È stato tutto un incubo”. Il famoso del “Grande fratello” in sala operatoria: fan preoccupati per lui

La confessione di Laura Pausini

Laura Pausini, con la sua consueta apertura, ha condiviso con il pubblico di “Domenica In” un dettaglio intimo e personale della sua vita. Ha rivelato di convivere da tempo con la tachicardia parossistica sovraventricolare, un disturbo cardiaco che si manifesta con battiti cardiaci rapidi e improvvisi. La cantante ha raccontato di aver sperimentato un episodio particolarmente intenso di questa condizione durante l’ultima serata dell’Eurovision 2022, evento che l’ha costretta a un’improvvisa uscita di scena.

Leggi anche: Ilary Blasi rompe il silenzio su Silvia Toffanin e sul loro rapporto

Leggi anche: Eleonora Giorgi rivela: “Due anni fa i primi sintomi”. Come ha scoperto della malattia

Laura Pausini si sposa con lo storico compagno Paolo Carta

Cos’è la tachicardia parossistica sovraventricolare

La tachicardia parossistica sovraventricolare, come spiegato dalla Pausini, è una condizione che può avere un impatto significativo sulla vita di chi ne soffre. Nonostante non sia generalmente considerata una condizione pericolosa per la vita, può causare sintomi come palpitazioni, affanno e stanchezza, influenzando la quotidianità e le performance. In condizioni normali, il nodo seno-atriale del cuore invia segnali elettrici regolari, che si propagano attraverso gli atri e raggiungono le camere ventricolari tramite il nodo atrioventricolare (AV). Quando si verifica una TPSV, si osserva un’anomalia in questo processo di conduzione elettrica. Per questo, la registrazione dell’aritmia attraverso un elettrocardiogramma (ECG) è fondamentale per una diagnosi accurata e per comprendere l’entità del disturbo. La TPSV può essere congenita o acquisita a seguito di malattie cardiache, ipertensione o interventi chirurgici al cuore. Due forme comuni di TPSV sono la tachicardia da rientro nodale AV (AVNRT) e la tachicardia da rientro atrioventricolare (AVRT). Queste forme coinvolgono connessioni elettriche anomale tra atrio e ventricolo, creando un circuito di eccitazione circolare che porta a una frequenza cardiaca elevata.

powered by Romiltec

©Caffeina Media s.r.l. 2024 | Registrazione al Tribunale di Roma n. 45/2018 | P. IVA: 13524951004


Hai scelto di non accettare i cookie

Tuttavia, la pubblicità mirata è un modo per sostenere il lavoro della nostra redazione, che si impegna a fornirvi ogni giorno informazioni di qualità. Accettando i cookie, sarai in grado di accedere ai contenuti e alle funzioni gratuite offerte dal nostro sito.

oppure