Vai al contenuto
Questo sito contribuisce alla audience di
Home » Maurizio Costanzo condannato a un anno: diffamò il gip del caso Gessica Notaro

Maurizio Costanzo condannato a un anno: diffamò il gip del caso Gessica Notaro

Maurizio Costanzo condannato

Personaggi Tv. Maurizio Costanzo condannato a un anno: diffamò il gip del caso Gessica Notaro. Maurizio Costanzo è stato condannato con l’accusa di diffamazione aggravata nei confronti del giudice per le indagini preliminari di Rimini, Vinicio Cantarini, 56 anni, nativo di Loreto (Ancona). La giudice Maria Elena Cola del Tribunale di Ancona ha inflitto un anno di reclusione, con la sospensione della pena subordinata al pagamento di 40mila euro come risarcimento danni alla parte offesa. La sentenza è arrivata mercoledì scorso. Ma perchè si è arrivati a ciò? Vediamo insieme cos’è successo durante una puntata del Maurizio Costanzo Show. (Continua a leggere dopo la foto)

Leggi anche –> Maurizio Costanzo tranchant su Elisabetta Gregoraci: “Un po’ di gavetta…”

Maurizio Costanzo condannato a un anno: diffamò il gip del caso Gessica Notaro

Maurizio Costanzo, 84 anni, giornalista e simbolo della televisione italiana, è stato condannato per diffamazione aggravata nei confronti del giudice per le indagini preliminari di Rimini, Vinicio Cantarini, 56 anni, nato a Loreto, in provincia di Ancona. A condannare Costanzo la giudice Maria Elena Cole del Tribunale di Ancona: un anno di reclusione, con sospensione della pena subordinata al pagamento di 40mila euro come risarcimento danni alla parte offesa. Ma cosa è accaduto? Tutto è da ricondurre alla puntata del 20 aprile del 2017 del Maurizio Costanzo Show, quando il conduttore aveva chiamato tra gli ospiti Gessica Notaro, la quale si era presentata per la prima volta in pubblico dopo essere stata sfregiata con l’acido dal suo ex fidanzato. Costanzo si espresse negativamente nei confronti del Gip per una misura cautelare emessa nei confronti dello sfregiatore, Edson Tavares, misura che riguardava precedenti episodi di stalking. Il punto è che la procura aveva chiesto gli arresti domiciliari, mentre il Gip dispose la misura cautelare, ossia un provvedimento meno restrittivo. E in seguito, Tavares sfregiò la Notaro con l’acido. Vediamo nel dettaglio le parole usate da Costanzo. (Continua a leggere dopo la foto)

Costanzo

Le parole del conduttore

Nel corso della puntata del suo programma del 20 Aprile 2017, Maurizio Costanzo dichiarò: “Mi voglio complimentare col Gip. Dico al Csm, al Consiglio Superiore della Magistratura: fate i complimenti da parte mia a questo gip che ha deciso questo. Faccia un’inchiesta su questo Gip perché non ha fatto quello che gli ha chiesto il Pm di tenere questo qui agli arresti domiciliari, di dov’è? Di Rimini”. E così, il Gip ha querelato Costanzo per diffamazione. Ora il Gip ha vinto, nonostante la difesa del conduttore abbia espresso più volte la tesi che secondo loro non vi sarebbe stata alcuna volontà diffamatoria in quelle parole. Ora Maurizio Costanzo potrà ricorrere in appello.

Leggi anche –> “Maurizio Costanzo Show”, Belen svela cosa Santiago pensa del ritorno di fiamma con De Martino

powered by Rossotech

@Caffeina Media s.r.l. 2022 | Registrazione al Tribunale di Roma n. 45/2018 | P. IVA: 13524951004


Hai scelto di non accettare i cookie

Tuttavia, la pubblicità mirata è un modo per sostenere il lavoro della nostra redazione, che si impegna a fornirvi ogni giorno informazioni di qualità. Accettando i cookie, sarai in grado di accedere ai contenuti e alle funzioni gratuite offerte dal nostro sito.

oppure