Vai al contenuto
Questo sito contribuisce alla audience di
Home » Maurizio Costanzo: «Rischiai una denuncia per adulterio», si salvò così

Maurizio Costanzo: «Rischiai una denuncia per adulterio», si salvò così

Personaggi Tv, Maurizio Costanzo nuovo libro: la notizia sulla morte è da pelle d’oca – Maurizio Costanzo ha scritto un libro di ricordi, riflessioni e bilanci. Si intitola “Smemorabilia – Catalogo sentimentale degli oggetti perduti” ed è edito da Mondadori. È una sorta di catalogo di oggetti e di abitudini che sono andate perdute, dall’elenco telefonico al microfono d’acciaio: «Costringevano a una maggiore concentrazione. Oggi sono invisibili e vai a ruota libera. Senza quel feticcio che ti frenava, dici un po’ tutto quello che ti capita e si rischia così il disastro», le parole del conduttore nell’intervista concessa al «Corriere della Sera». È uno dei personaggi tv più noti, ma il potere non l’ha cambiato. Almeno crede: «Non posso garantirlo ma spero di essere rimasto intatto dentro. Non ho mai valicato il limite del Marchese del Grillo: io so’ io e voi… eccetera. Certo, per gestire il potere occorre una dose di cattiveria. Quella ce l’ho e credo si veda nelle interviste. Ma la cattiveria è anche rispetto verso l’intervistato». Leggi anche l’articolo —> Maria De Filippi, la confessione su Costanzo gela tutti: “Quando Maurizio morirà…”

Maurizio Costanzo, nuovo libro in uscita: si intitola “Smemorabilia”

«La cattiveria è curiosità, voglia di tirar fuori la verità da chi non vorrebbe dirla. Comunque, all’inizio il potere è euforizzante. Ora il mio rapporto si è molto ridimensionato: il vero potere è diventato la salute. Pensiamo alla pandemia, alle quarantene, ai lockdown», ha chiarito poi Maurizio Costanzo. Nell’intervista a «Sette», inserto del «Corriere della Sera», il giornalista ha detto che il suo rapporto col denaro è minimo. «Mi serve per vivere bene. Ma ne ho rispetto. Non lo spreco, non subisco il fascino dell’accumulo, non ho mai investito in speculazioni», ha specificato. Nel libro Costanzo ha ricordato puntate e interviste storiche, indimenticabili: «Ho intervistato Gheddafi a Tripoli, Donald Trump a New York nel 2002, Sean Connery a Londra… Mi fermo qui, mi pare già abbastanza, no?». (continua a leggere dopo le foto)

Maurizio costanzo nuovo libro
Maurizio costanzo nuovo libro

Maurizio Costanzo: «Rischiai una denuncia per adulterio», si salvò così

Spazio anche ai sentimenti, a retroscena inediti: «L’adulterio è sparito come reato penale, come fenomeno violentemente osteggiato. Decenni fa ebbi una storia con una donna sposata. Il marito sporse denuncia, arrivarono i carabinieri. Per fortuna eravamo vestiti. Fecero la famosa prova della mano sotto le lenzuola per vedere se il letto fosse caldo. La prova fallì, niente denuncia. Rimasi a piede libero. Che follia… Oggi l’adulterio di un tempo è l’occasione per un sorriso di smemoria». C’è anche un capitolo sul corteggiamento: «Tutto passa per il web. Ho l’impressione che oggi con i social la parola “detta” così funzioni meno. Il corteggiamento come lo intendo io si fa con la pazienza, le attenzioni, l’ascolto, nel far capire alla persona corteggiata che ti stai dedicando a lei in maniera esclusiva. Sono stato un corteggiatore tenace, insistere con garbo ma con determinazione può portare alla conquista. Senza mai, sia assolutamente ben chiaro, sfociare nella petulanza, nella barbarie della molestia». (continua a leggere dopo le foto)

Maurizio costanzo
maurizio Costanzo morte

La confessione sulla morte è da brividi

Alla domanda “Come vorrebbe essere ricordato?”, Maurizio Costanzo ha risposto così: «Mi ricorderanno i figli, alcune persone più vicine. Spero semplicemente di essere ricordato come una brava persona che ha fatto un programma durato quarant’anni». Un’esistenza la sua fatta di record: «Spero che nel 2050 si potranno regalare i cofanetti del Maurizio Costanzo Show come documento, e in mia smemoria. Sempre meglio di una targa sulla via…». Leggi anche —> Marta Flavi, il retroscena sul matrimonio con Maurizio Costanzo

powered by Rossotech

@Caffeina Media s.r.l. 2022 | Registrazione al Tribunale di Roma n. 45/2018 | P. IVA: 13524951004


Hai scelto di non accettare i cookie

Tuttavia, la pubblicità mirata è un modo per sostenere il lavoro della nostra redazione, che si impegna a fornirvi ogni giorno informazioni di qualità. Accettando i cookie, sarai in grado di accedere ai contenuti e alle funzioni gratuite offerte dal nostro sito.

oppure