Vai al contenuto
Questo sito contribuisce alla audience di
Home » Addio a Gina Lollobrigida, morta la “bersagliera” del cinema italiano

Addio a Gina Lollobrigida, morta la “bersagliera” del cinema italiano

Il mondo dello spettacolo è in lutto: è morta Gina Lollobrigida. Grande protagonista del cinema italiano, era nata a Subiaco il 4 luglio del 1927. La “Bersagliera”, come il pubblico amava chiamarla, è stata diretta da grandi registi come Vittorio De Sica, Mario Monicelli, Pietro Germi e Mario Soldati, e affiancata da divi di fama internazionale quali Tony Curtis, Sean Connery e Humphrey Bogart. Secondo quanto riportato da «Il Corriere della Sera» da qualche tempo la diva era ricoverata in una clinica romana. Dopo l’infortunio riportato al femore, al seguito di una caduta nella propria abitazione, la 95enne era stata portata in ospedale per essere operata. Leggi anche l’articolo —> Al Bano, la rivelazione su lui e Romina lascia senza parole

È morta Gina Lollobrigida: il cinema italiano in lutto

Diciamo addio ad una delle più importanti attrici del cinema mondiale. Durante la sua carriera Gina Lollobrigida ha ottenuto numerosi riconoscimenti, tra i quali un Golden Globe per il film “Torna a Settembre”, sette David Di Donatello, due Nastri d’Argento, una stella sulla Hollywood Walk of Fame, oltre ad una candidatura ai BAFTA per “Pane, amore e fantasia”. Negli anni ’50 la Lollo si era imposta come sensuale sex symbol, classico esempio di bellezza mediterranea. Dopo l’allontanamento dal cinema, la diva si era dedicata alla fotografia, il disegno e alla scultura. Una passione quella per l’arte che l’ha accompagnata sin dalla gioventù. (continua a leggere dopo le foto)

I primi passi con “Miss Italia”: la popolarità con i film di Luigi Comencini

Classe 1927, Gina Lollobrigida ha cominciato a muovere i primi passi nel mondo dello spettacolo grazie a Miss Italia. Nel 1947 al concorso di bellezza l’attrice sfiora il successo, si piazza soltanto seconda. Quella delusione sarà nulla rispetto alla popolarità successivamente raggiunta. La Lollo troverà un altro modo per sfondare: appena diciassettenne, viene chiamata per il ruolo di Corinna nella commedia Santarellina di Eduardo Scarpetta, in scena venerdì 8 settembre 1944 per la regia di Luigi Tenneroni al Teatro della Concordia di Monte Castello di Vibio. Nel 1947 è protagonista di uno dei primi due fotoromanzi italiani: Nel fondo del cuore, pubblicato a puntate sulla rivista “Sogno”. La carriera nel cinema prende il via in quegli stessi anni: lavora prima come comparsa e controfigura, poi in piccoli ruoli di contorno nei popolari film operistici dell’immediato dopoguerra. Silvana Pampanini ricordava con malizia che fu lei a sceglierla per una particina in una pellicola della quale era protagonista. (continua a leggere dopo le foto)

Morta Gina Lollobrigida, la “Bersagliera” del cinema italiano

Nel 1950 Gina Lollobrigida vola sola verso Holywood, accettando l’invito del miliardario Howard Hughes, noto produttore e scopritore di dive. Quando si rende conto che sta per essere chiusa in una gabbia dorata la giovane Gina torna di corsa a Roma. Il contratto in esclusiva che aveva già firmato le impedisce fino al 1959 di lavorare negli Usa, ma non in produzioni statunitensi girate in Europa, come poi in effetti avvenne. La consacrazione arriva nel 1952 con “Fanfan la Tulipe” di Christian-Jaque. Nel 1953 è già la protagonista di Pane, amore e fantasia di Luigi Comencini. Nel 1955 rifiuta di recitare nel celebre “Pane, amore e…” di Dino Risi, al suo posto ci sarà l’altrettanto sensuale Sophia Loren. Inizia così la tanto discussa rivalità tra le due. Sono gli anni dell’epoca d’oro del cinema. Leggi anche l’articolo —> Eleonora Giorgi e Massimo Ciavarro, ecco il motivo per cui si sono lasciati: “Lei aveva…”

powered by Rossotech

@Caffeina Media s.r.l. 2022 | Registrazione al Tribunale di Roma n. 45/2018 | P. IVA: 13524951004


Hai scelto di non accettare i cookie

Tuttavia, la pubblicità mirata è un modo per sostenere il lavoro della nostra redazione, che si impegna a fornirvi ogni giorno informazioni di qualità. Accettando i cookie, sarai in grado di accedere ai contenuti e alle funzioni gratuite offerte dal nostro sito.

oppure