Vai al contenuto
Questo sito contribuisce alla audience di
Home » Allarme conti correnti, sta succedendo negli ultimi mesi: a rischio i risparmi degli italiani

Allarme conti correnti, sta succedendo negli ultimi mesi: a rischio i risparmi degli italiani

inflazione

I conti correnti degli italiani sentono il peso dell’inflazione e del caro vita. Quello che sta succedendo negli ultimi mesi nessuno se lo sarebbe aspettato. Sono a rischio i risparmi degli italiani. I soldi messi da parte rischiano di volare via a causa dei problemi che affliggono il nostro paese. La Fabi, la Federazione Autonoma Bancari Italiani, ha lanciato l’allarme. (Continua…)

LEGGI ANCHE: Roma, terremoto nella notte avvertito dai residenti: “”Ora come si dorme?”

Inflazione e caro vita, è allarme sui conti correnti

L’inflazione e il caro vita che hanno colpito il nostro paese negli ultimi mesi invertono la tendenza al risparmio degli italiani. Dopo quattro anni di costanti aumenti, nel 2022 il saldo totale dei conti correnti delle famiglie italiane è diminuito di quasi 20 miliardi di euro. A lanciare l’allarme è la Fabi, la Federazione Autonoma Bancari Italiani. Soprattutto negli ultimi mesi si è assistito a un grave calo nelle cifre messe da parte degli italiani, che ammonterebbe addirittura a 18 miliardi di euro. È la prima volta che avviene qualcosa di simile. Negli anni precedenti, infatti, i depositi bancari non accennavano a smettere di crescere. (Continua dopo la foto…)

LEGGI ANCHE: Pitbull scappa dal padrone a azzanna un bimbo cercando di strapparlo dalle braccia della madre

I dati

Nel 2022, a causa dell’inflazione e del caro vita, è stata registrata una netta inversione di tendenza in merito ai risparmi messi da parte dagli italiani nei conti correnti. A maggio, i risparmi ammontavano a 1.179 miliardi di euro, con una crescita dello 0,9% rispetto all’anno precedente. Nei successivi quattro mesi c’è stato un crollo vertiginoso. Da luglio a novembre si è registrato addirittura un buco di 20 miliardi di euro.

A confermare l’impatto degli eventi internazionali sui cittadini è anche l’andamento dei debiti. Gli italiani, infatti, ricorrono di frequente ai prestiti per il consumo e ai finanziamenti a scopo personale. A novembre l’ammontare dei prestiti per entrambe le categorie si è attestato a ben 256 miliardi di euro, con un aumento dell’1,5% rispetto a gennaio.

Pesa, come abbiamo già detto, soprattutto l’inflazione, che nel 2022 è arrivata a livelli record mai raggiunti in 40 anni. Non è un caso che proprio la parola “inflazione” sia stata una delle più utilizzate dell’anno. A ciò si aggiunge la crisi energetica senza precedenti, causata dalla guerra in Ucraina, e il caro vita. Nonostante previsioni rosee da parte delle autorità economiche, molti italiani nell’anno appena entrato potrebbero essere sempre più poveri.

powered by Rossotech

@Caffeina Media s.r.l. 2022 | Registrazione al Tribunale di Roma n. 45/2018 | P. IVA: 13524951004


Hai scelto di non accettare i cookie

Tuttavia, la pubblicità mirata è un modo per sostenere il lavoro della nostra redazione, che si impegna a fornirvi ogni giorno informazioni di qualità. Accettando i cookie, sarai in grado di accedere ai contenuti e alle funzioni gratuite offerte dal nostro sito.

oppure