Vai al contenuto
Questo sito contribuisce alla audience di
Home » Caso Denise Pipitone, l’ex pm Angioni condannata ad un anno

Caso Denise Pipitone, l’ex pm Angioni condannata ad un anno

Denise Pipitone pm Angioni condannata

Social. Caso Denise Pipitone, l’ex pm Angioni condannata ad un anno. Denise Pipitone è completamente scomparsa nel nulla il 1º settembre 2004 a Mazara del Vallo, in provincia di Trapani. La bambina, che all’epoca aveva quasi quattro anni, scomparve mentre si trovava nei pressi della casa della nonna materna. Da quel momento in poi sono stati tanti i presunti avvistamenti, ma nessuno ha portato a qualcosa di concreto. La mamma della piccola, Piera Maggio, non si arrendere e continua a cercare. In questi giorni c’è stato uno sviluppo nel caso: vediamo cos’è successo in aula. (Continua a leggere dopo la foto)

Leggi anche –> Denise Pipitone, le parole improvvise di Piera Maggio: l’annuncio è doloroso

Caso Denise Pipitone, l’ex pm Angioni condannata ad un anno

Maria Angioni, l’ex pm che indagò sulla scomparsa di Denise Pipitone, la piccola sparita a Mazara del Vallo nel 2004, è stata condannata a un anno di reclusione, pena sospesa, dal giudice monocratico di Marsala. Era imputata di false informazioni al pubblico ministero. Come riporta il Corriere della Sera, “l’accusa in aula era rappresentata dal pm Roberto Piscitello che aveva chiesto due anni a carico dell’ex pm Maria Angioni, accusata di false informazioni al pubblico ministero; il processo si è svolto davanti al giudice monocratico di Marsala Giusi Montericcio. Angioni, che nei mesi scorsi si è dimessa dalla magistratura, non era presente in aula. L’ex pm, infatti, in diverse apparizioni tv, aveva denunciato presunti depistaggi dell’inchiesta originaria; per questo venne sentita dai colleghi siciliani. Le rivelazioni da lei confermate nel corso delle sommarie informazioni, però, vennero sistematicamente smentite dagli accertamenti fatti. Da qui l’accusa di false informazioni. (Continua a leggere dopo la foto)

denise pipitone piera maggio
denise pipitone anna corona

La requisitoria del pm Roberto Piscitello

Durissima quest’oggi la requisitoria del pm Roberto Piscitello culminata nella richiesta di due ani di reclusione: “Enfatizzate nei media le funzioni svolte all’epoca del sequestro di Denise Pipitone, Maria Angioni ha trovato il modo di essere una parte sempre più importante del nuovo interesse sul caso, apparendo in moltissime trasmissioni televisive come su diverse piattaforme online. L’ex pm ha assunto ben presto il ruolo di vera e propria star televisiva, la cui presenza, in diretta negli studi o da remoto, veniva contesa dalle decine di trasmissioni che sulle reti pubbliche o private calibravano i loro palinsesti proprio sul sequestro della bambina mazarese”.

Poi il pm Piscitello ha aggiunto: “In ciascuna delle innumerevoli ospitate era proprio il magistrato a far assumere alla vicenda i connotati di un giallo, la cui mancata positiva soluzione riferiva essere dipesa da errori, da depistaggi, da interessi particolari di questa o quella consorteria criminale e soprattutto dalla infedeltà dell’organo di polizia che aveva condotto quelle indagini: il commissariato di Mazara del Vallo”. […] L’imputata, da cui ci si sarebbe allora ragionevolmente atteso una semplice presa d’atto di quanto la Procura aveva accertato, con conseguente indolore correzione delle dichiarazioni precedentemente rese, nel corso dell’interrogatorio ha invece confermato le frottole raccontate in sede di informazioni, impegnandosi in una estenuante tiritera di ammissioni e smentite non seguite da una presa d’atto chiara ed inequivocabile che ciò che aveva riferito non corrispondeva al vero”.

Leggi anche –> Caso Denise Pipitone, archiviata l’indagine contro un poliziotto

powered by Rossotech

@Caffeina Media s.r.l. 2022 | Registrazione al Tribunale di Roma n. 45/2018 | P. IVA: 13524951004


Hai scelto di non accettare i cookie

Tuttavia, la pubblicità mirata è un modo per sostenere il lavoro della nostra redazione, che si impegna a fornirvi ogni giorno informazioni di qualità. Accettando i cookie, sarai in grado di accedere ai contenuti e alle funzioni gratuite offerte dal nostro sito.

oppure