Vai al contenuto
Questo sito contribuisce alla audience di
Home » Dormire a pancia in giù fa male: ecco perché è meglio evitare

Dormire a pancia in giù fa male: ecco perché è meglio evitare

Una delle posizioni più dannose da assumere per dormire è quella prona, ossia a pancia in giù. Secondo gli esperti, questa posizione fa male al nostro organismo, e a lungo andare può diventare pericolosa per alcune parti del corpo. Dormendo a pancia in giù poi non ci si sente adeguatamente riposati. Ecco alcuni metodi per evitare i danni creati dal dormire proni.

I danni causati dal dormire a pancia in giù

In posizione prona, la maggior parte del nostro peso corporeo va ad appesantire la colonna vertebrale, che finisce per assumere una posizione scorretta. Anche i nervi, se la schiena resta a lungo in una posizione sbagliata, ne risentono. Infatti in questo modo possono formarsi fastidiosi formicolii agli arti con la sensazione di avere mani e piedi “addormentati”.

Anche la posizione del collo quando si dorme proni è sbagliata. Per respirare siamo costretti a girare la testa su un lato. Ma torcere il collo in maniera eccessiva e per troppo tempo, disallineando la testa e la colonna vertebrale, può portare con il tempo a pesantezza e rigidità a livello dei muscoli cervicali e delle spalle. Nei casi più gravi, questo potrebbe provocare l’ernia cervicale.

Leggi anche: Fedez, pesanti critiche sui social: arriva finalmente la sua risposta

Come poter dormire a pancia in giù nel modo corretto

Ma cosa fare se abbiamo sempre dormito a pancia in giù e non riusciamo ad addormentarci in nessuna altra posizione? Si può anche dormire a pancia in giù senza creare danni a schiena e collo, con alcuni piccoli accorgimenti. Per evitare la cervicale l’ideale sarebbe dormire senza cuscino o, al massimo, con un cuscino molto sottile. E per la schiena? Basterà mettere un cuscino sotto il bacino, per mantenere la schiena in una posizione più neutra e ad alleviare la pressione sulla colonna vertebrale.

Inoltre è importante fare stretching, ma questo può servire in qualsiasi posizione si dorma. Se ci svegliamo “bloccati” la mattina bastano pochi e semplici movimenti, eseguiti con calma e senza forzatura, per sciogliere le tensioni accumulate durante la notte e riportare il corpo in allineamento.

powered by Rossotech

@Caffeina Media s.r.l. 2022 | Registrazione al Tribunale di Roma n. 45/2018 | P. IVA: 13524951004


Hai scelto di non accettare i cookie

Tuttavia, la pubblicità mirata è un modo per sostenere il lavoro della nostra redazione, che si impegna a fornirvi ogni giorno informazioni di qualità. Accettando i cookie, sarai in grado di accedere ai contenuti e alle funzioni gratuite offerte dal nostro sito.

oppure