Vai al contenuto
Questo sito contribuisce alla audience di
Home » Vialli continua la sua battaglia contro il tumore: Natale in ospedale

Vialli continua la sua battaglia contro il tumore: Natale in ospedale

Gianluca Vialli ospedale come sta novità

Social. Gianluca Vialli in ospedale, come sta: tutte le novità. Vialli è un dirigente sportivo, allenatore di calcio ed ex calciatore italiano, di ruolo attaccante ed ex capo delegazione della Nazionale Italiana. Da diverso tempo sta combattendo contro un tumore e ora, dopo aver salutato la sua Nazionale, Vialli è stato ricoverato in una clinica a Londra. Vediamo nel dettaglio le sue attuali condizioni di salute le lo hanno costretto a interrompere anche il suo amato lavoro. Per ora il campione continua a combattere la sua battaglia. Vialli sarà costretto a trascorrere il Natale in ospedale. (Continua a leggere dopo la foto)

Vialli
Gianluca Vialli

Leggi anche –> Gianluca Vialli, va a trovarlo la sorella: le ultime notizie dall’ospedale

Gianluca Vialli in ospedale, come sta: tutte le novità

Da qualche giorno Gianluca Vialli è di nuovo ricoverato al Royal Marsden Hospital di Londra, la clinica che lo segue dall’inizio della malattia e dove ora sta continuando la sua lotta al tumore. Con tanta sofferenza, ma anche con tanta determinazione cercherà di sconfiggere la malattia al pancreas, diagnosticata nel 2017, e che adesso è tornata a spaventare lui, la sua famiglia e tutto il mondo dello sport. Non è certo il Natale che si sarebbe aspettato di vivere, ma Gianluca potrà contare su parte della sua famiglia. Al suo fianco, infatti, oltre alla moglie Cathryn che è sempre con lui, ci sarà anche la sorella Mila partita ieri, 23 dicembre 2022, da Cremona per raggiungere Londra. Non si può far altro che sperare in un miracolo di Natale. (Continua a leggere dopo la foto)

Vialli
Gianluca Vialli

La malattia dell’ex calciatore

Gianluca Vialli soffre da anni per un tumore al pancreas. Il tumore del pancreas è una malattia caratterizzata dalla comparsa di cellule anomale nel tessuto pancreatico, spiega il sito della Fondazione Umberto Veronesi. Questo tipo di cancro è silente ma malvagio: il 75% dei malati muore nel giro di un anno dalla diagnosi. Il problema è che, come ogni tumore, le probabilità di sopravvivenza aumentano quanto prima viene scoperto. Il problema di questa patologia è che nelle fasi iniziali, i sintomi non si manifestano sintomi oppure si tratta di sintomi aspecifici. In ogni caso, la chirurgia può essere applicata ad un ristretto e selezionato numero di pazienti, pari a circa il 20-30% di tutte le nuove diagnosi. Ovviamente l’intervento chirurgico da solo non basta. In diversi casi, viene effettuata la chemioterapia prima dell’intervento, per trattare da subito le possibili metastasi.

Leggi anche –> Gianluca Vialli, le ultime news sulle sue condizioni di salute: qual è il quadro clinico

powered by Rossotech

@Caffeina Media s.r.l. 2022 | Registrazione al Tribunale di Roma n. 45/2018 | P. IVA: 13524951004


Hai scelto di non accettare i cookie

Tuttavia, la pubblicità mirata è un modo per sostenere il lavoro della nostra redazione, che si impegna a fornirvi ogni giorno informazioni di qualità. Accettando i cookie, sarai in grado di accedere ai contenuti e alle funzioni gratuite offerte dal nostro sito.

oppure