Vai al contenuto
Questo sito contribuisce alla audience di
Home » Gianluca Vialli, il terribile retroscena sulla morte: Dino Baggio sconvolge i tifosi

Gianluca Vialli, il terribile retroscena sulla morte: Dino Baggio sconvolge i tifosi

Gianluca Vialli retroscena Dino Baggio

Social. Gianluca Vialli, il terribile retroscena sulla morte: Dino Baggio shock. Vialli è stato un calciatore, allenatore di calcio e dirigente sportivo italiano, di ruolo attaccante. Tra i migliori centravanti degli anni 80 e 90 del XX secolo, rientra nella ristretta cerchia dei calciatori che hanno vinto tutte e tre le principali competizioni UEFA per club, unico fra gli attaccanti. Gianluca Vialli è venuto a mancare il 6 Gennaio 2023 a causa di un tumore che aveva provato a sconfiggere già da diversi anni. Ora, dopo poco più di 10 giorni dalla sua scomparsa, Dino Baggio, già compagno di squadra di Vialli alla Juventus, ha fatto una rivelazione sconvolgete sul passato da calciatore di Gianluca. (Continua a leggere dopo la foto)

Leggi anche –> Gianluca Vialli, parla la dottoressa che era nell’equipe che l’ha operato

Gianluca Vialli, il terribile retroscena sulla morte: Dino Baggio shock

Dino Baggio, ex centrocampista di Juventus, Inter, Parma e Lazio, ha parlato della scomparsa di Gianluca Vialli, lanciando preoccupanti timori. Baggio ha giocato con Vialli ai tempi della Juve, dal 1992 al 1994 e con la Nazionale. L’ex giocatore ai microfoni di Tv 7 ha dichiarato: “Bisognerebbe risalire a quello che abbiamo preso in quei periodi, bisognerebbe investigare un po’, sulle sostanze prese in quei periodi. Non so se sia dovuto a questo ma c’è sempre stato il doping. Non si sono mai prese robe strane, perché c’è una percentuale che devi tenere. Però con il tempo bisogna vedere se certi integratori fanno bene oppure no”.

Poi Baggio ha aggiunto: “Sta succedendo a troppi calciatori. Negli anni miei c’era il doping. Non prendevi robe strane, prendevi robe normali ma poi bisogna vedere se col tempo riesci a buttarle fuori o restano dentro. Poi tanti hanno parlato dell’erba dei campi e dei prodotti che utilizzavano che davano dei problemi”. Su Vialli e gli anni passati insieme: “Ho un ricordo meraviglioso di Gianluca, era un uomo spogliatoio e aveva voglia di far crescere i giovani. Ero in squadra con lui quando avevo 21 anni e spendeva sempre una parola buona nei nostri riguardi. È andato via troppo presto dalle nostre vite”.

Un altro ex calciatore ha commentato le parole di Dino Baggio su Vialli, si tratta di Stefano Impallomeni, oggi giornalista. Secondo Impallomeni le parole di Dino Baggio “sono opinioni, è un timore suo personale, magari ha paura di ammalarsi. Non credo ci sia stata questa morìa di calciatori – ha proseguito l’ex calciatore romano – non ci sono percentuali così alte che possono farci fare questa valutazioni. Non posso dire quanto siano stati invasivi trattamenti farmacologici in precedenza. I calciatori si ammalano e muoiono come tutti. Il fisico di un calciatore, di uno sportivo, non è immune a certi mali. Non dobbiamo vedere ombre dietro certi mali, non è rispettoso e corretto”, ha concluso. (Continua a leggere dopo la foto)

Chi è Dino Baggio

Dino Baggio, classe 1971, è un allenatore di calcio ed ex calciatore italiano, di ruolo centrocampista. Nel 1994 è stato vicecampione del mondo con la nazionale italiana. È il giocatore con più gol realizzati nelle finali di Coppa UEFA/Europa League (cinque reti distribuite in due finali di andata e ritorno). Ribattezzato Baggio 2 dalla stampa italiana per distinguerlo dal corregionale Roberto Baggio, di cui è stato compagno di squadra alla Juventus e in Nazionale, in maglia azzurra conta 60 presenze con sette reti, e ha preso parte a due Mondiali (1994 e 1998) e un Europeo (1996).

Leggi anche –> Donato Ranni morto come Gianluca Vialli, i due erano grandi amici

powered by Rossotech

@Caffeina Media s.r.l. 2022 | Registrazione al Tribunale di Roma n. 45/2018 | P. IVA: 13524951004


Hai scelto di non accettare i cookie

Tuttavia, la pubblicità mirata è un modo per sostenere il lavoro della nostra redazione, che si impegna a fornirvi ogni giorno informazioni di qualità. Accettando i cookie, sarai in grado di accedere ai contenuti e alle funzioni gratuite offerte dal nostro sito.

oppure