Vai al contenuto
Questo sito contribuisce alla audience di
Home » I famosi cioccolatini infetti ritirati dal mercato: «Contaminazione da plodia allo stadio larvale»

I famosi cioccolatini infetti ritirati dal mercato: «Contaminazione da plodia allo stadio larvale»

Cioccolatini Infetti Pernigotti

SOCIAL. Cioccolatini infetti. Ieri la mortadella della Veroni con la Listeria, oggi dei famosi cioccolatini ritirati dal mercato perché contaminati. Il Ministero della Salute ne vieta la vendita e li ritira dal marcato ma, avvisa anche la popolazione italiana comunicando che è severamente sconsigliato di mangiarli.

>> L’allarme Listeria arriva anche per la Mortadella: i lotti ritirati

Cioccolatini Infetti Pernigotti

Ecco infatti che entrano a far parte degli alimenti ritirati dal mercato perché contaminati anche, dei famosi cioccolatini. I dolciumi incriminati sono stati classificati come infetti per possibile presenza di corpi estranei, ovvero per una contaminazione da plodia allo stadio larvale, note come ‘farfalline della farina’. I cioccolatini in questione sono i Gianduiotti e cremini della Pernigotti.

I lotti dei cioccolatini infetti

Il ritiro riguarda le confezioni da 150 grammi dei ‘Gianduiotto – Praline di cioccolato alle nocciole gianduia’ e ‘Cremino – Praline al cioccolato al latte e alla nocciole gianduia con farcitura alla nocciola’ prodotte da Pernigotti. Nel primo caso interessati i lotti/scadenze L4D 10.04.24 / L4D 13.04.24 / L4D 19.04.24; nel secondo quelli 13.04.24 / L4D 14.04.24 / L4D 17.04.24. L’invito ai clienti è di non consumare il prodotto e di riportare le confezioni al punto vendita d’acquisto.

Cioccolatini Infetti Pernigotti

Il comunicato del Ministero della Salute

Sul sito del Ministero della Salute, sotto la sezione notifiche a avvisi si può scaricare la documentazione relativa al caso dei cioccolatini Pernigotti. «Richiamo a scopo precauzionale per possibile presenza di corpi estranei (contaminazione da plodia allo stadio larvale)». E ancora: «Gentile cliente, le chiediamo di non consumare il prodotto e di riportare la confezione in suo possesso al punto vendita in cui l’ha acquistata.»

>>Gratta e vinci, esce con 500mila euro in tasca: cosa ha fatto il vincitore subito dopo

powered by Rossotech

@Caffeina Media s.r.l. 2022 | Registrazione al Tribunale di Roma n. 45/2018 | P. IVA: 13524951004


Hai scelto di non accettare i cookie

Tuttavia, la pubblicità mirata è un modo per sostenere il lavoro della nostra redazione, che si impegna a fornirvi ogni giorno informazioni di qualità. Accettando i cookie, sarai in grado di accedere ai contenuti e alle funzioni gratuite offerte dal nostro sito.

oppure