Vai al contenuto
Questo sito contribuisce alla audience di

Meteo, Mario Giuliacci rivela: ponte dell’immacolata rovinato, ecco per chi

Un lungo ponte quello del giorno dell’Immacolata che darà modo a tantissimi italiani di rilassarsi, anticiparsi per i regali di Natale e chi può, anche godersi qualche giorno fuori casa, magari in montagna, viste le temperature di questi ultimi giorni. L’esperto meteorologo Mario Giuliacci fa sapere che per quel weekend le temperature saranno sotto la media stagionale e quindi è bene coprirsi. Ecco nel dettaglio cosa aspettarci per la prossima settimana.

Leggi anche: Nuova truffa al distruttore di benzina: fate attenzione, così rubano tutto

Leggi anche: Paolo Fox, l’oroscopo di Dicembre 2023: finalmente buone notizie per questo segno

mario Giuliacci

Mario Giuliacci, previsioni per i prossimi giorni

L’inverno è ormai giunto e anche se il sole continua a riscaldare le nostre mattina, le temperature sono drasticamente calate e Mario Giuliacci, tramite il suo sito personale di Meteo, avverte che “oltre al freddo dovremmo affrontare diverse depressioni Nord Atlantiche che ci accompagneranno fino all’8 dicembre“. Intanto nella giornata di oggi “freddo intenso” con neve fino a bassa quota che colpirà maggiormente le regioni del Nord Orientali e del Centro. Per la giornata di domenica, l’esperto fa sapere che le temperature si alzeranno lievemente, ma si manterranno gelide soprattutto al Centro Nord. Qualche fenomeno sparso sulle regioni dell’Adriatico, e neve fino a bassa quota. (continua dopo la foto)

Leggi anche: Jannik Sinner, quanto ha guadagnato fino ad ora il campione italiano: la cifra è mostruosa

Previsioni ponte dell’Immacolata

Purtroppo il tempo nella prossima settimana non migliorerà. Prevista la neve che “grazie al freddo, arriverà fino a quote molto basse o addirittura in pianura”, dice Giuliacci. Lunedì 4 e martedì 5 aumenterà la nuvolosità e e il mal tempo colpirà prima di tutto le regioni del Nord come la Lombardia, Liguria e Piemonte, per poi estendersi al Centro Sud. Emilia-Romagna, Toscana e le regioni Centro meridionali del versante tirrenico “saranno le zone più colpite

Con una serie di perturbazioni atlantiche sospinte da aria fredde di origine polare il contesto meteorologico non cambierà per la prima decade di dicembre. Questo assetto barico garantirà condizioni instabili soprattutto sulle regioni del Centro-Nord. Fino al Ponte dell’Immacolata avremo maltempo diffuso e temperature sotto le medie.“, ha fatto sapere il Colonello Giuliacci.

powered by Romiltec

©Caffeina Media s.r.l. 2024 | Registrazione al Tribunale di Roma n. 45/2018 | P. IVA: 13524951004


Hai scelto di non accettare i cookie

Tuttavia, la pubblicità mirata è un modo per sostenere il lavoro della nostra redazione, che si impegna a fornirvi ogni giorno informazioni di qualità. Accettando i cookie, sarai in grado di accedere ai contenuti e alle funzioni gratuite offerte dal nostro sito.

oppure