Vai al contenuto
Questo sito contribuisce alla audience di
Home » Molesta una ragazzina di 15 anni, il padre si fa giustizia da solo

Molesta una ragazzina di 15 anni, il padre si fa giustizia da solo

Arezzo 15enne molestata

Social. Arezzo, 15enne molestata: il padre si fa giustizia da solo. La vicenda, dai contorni ancora da chiarire, è avvenuta nel fine settimana in un centro alle porte di Arezzo durante un pranzo. Stando a quanto ricostruito, l’uomo, un artigiano che partecipava allo stesso banchetto, avrebbe avvicinato la ragazza e l’avrebbe molestata provocando la reazione della 15enne che avrebbe immediatamente denunciato il fatto al padre. Da questo momento in poi la situazione sarebbe degenerata: vediamo nel dettaglio cos’è accaduto. (Continua a leggere dopo la foto)

Arezzo, 15enne molestata: il padre si fa giustizia da solo

Un artigiano di 45 anni è stato denunciato per violenza sessuale dopo aver molestato una ragazza di 15 anni. La storia è avvenuta ad Arezzo durante un pranzo svoltosi nel fine settimana. Come riportato da Leggo, “stando a quanto ricostruito, l’uomo, un artigiano che partecipava allo stesso momento conviviale, avrebbe avvicinato la ragazzina e l’avrebbe molestata provocando la reazione della 15enne che avrebbe chiamato il padre. Ne sarebbe nata una colluttazione tra i due uomini finita, poi, con le scuse da parte dell’uomo. Scuse che non sono servite a evitargli la denuncia da parte della famiglia della giovane che si è rivolta ai carabinieri per riportare la violenza”. Ovviamente tutta la storia è da prendere con le pinze e con l’uso del condizionale. Ora spetterà a chi di dovere capire la verità e nel caso fare giustizia. (Continua a leggere dopo la foto)

Il numero 1522

Chiunque abbia subito o stia subendo episodi di violenza può rivolgersi a delle strutture antiviolenza. Non si tratta ovviamente di una scelta facile: solitamente una donna che subisce violenza all’interno della propria abitazione si sente sminuita, sola, inascoltata e incompresa. Il numero unico nazionale a cui rivolgersi in caso di violenze, abusi o stalking è il 1522, attivato dalla presidenza del Consiglio dei Ministri e dal Dipartimento per le Pari Opportunità. È attivo 24 su 24, tutti i giorni e accoglie le richieste di aiuto tramite operatrici specializzate. Esistono poi altri numeri che offrono supporto e servizi, come il Telefono Rosa (06/37.51.82.82) o i recapiti dei 111 centri antiviolenza della rete nazionale D.i.RE, Donne in Rete contro la violenza.

Leggi anche –> Denise Pipitone e gli altri bimbi scomparsi o vittime di violenze: il sospetto di Vittorio Feltri

powered by Rossotech

@Caffeina Media s.r.l. 2022 | Registrazione al Tribunale di Roma n. 45/2018 | P. IVA: 13524951004


Hai scelto di non accettare i cookie

Tuttavia, la pubblicità mirata è un modo per sostenere il lavoro della nostra redazione, che si impegna a fornirvi ogni giorno informazioni di qualità. Accettando i cookie, sarai in grado di accedere ai contenuti e alle funzioni gratuite offerte dal nostro sito.

oppure