Vai al contenuto
Questo sito contribuisce alla audience di
Home » Noemi Bocchi, la storia del suo divorzio turbolento: ecco cos’è successo

Noemi Bocchi, la storia del suo divorzio turbolento: ecco cos’è successo

Noemi Bocchi divorzio

Social. Noemi Bocchi, la storia del suo divorzio turbolento: ecco cos’è successo. Dopo la separazione da Ilary Blasi, Francesco Totti ha intrapreso una nuova relazione sentimentale con Noemi Bocchi, tifosissima della Roma, amante del padel e personaggio di spicco della Capitale. Tra i due le cose sembrano procedere a gonfie vele, ma Noemi non è abituata alle favole. Prima di Francesco, la donna ha avuto un marito violento dal quale avrebbe subito dei maltrattamenti che poi hanno portato al divorzio. Questa storia agghiacciante che riguarda la Bocchi è stata ricostruita dal Corriere della Sera. (Continua a leggere dopo la foto)

Leggi anche –> Francesco Totti e Noemi Bocchi fanno sul serio: spunta l’anello

Noemi Bocchi, la storia del suo divorzio turbolento: ecco cos’è successo

La storia del matrimonio tra Noemi Bocchi, 34 anni, attuale compagna di Francesco Totti, capitano per quasi vent’anni della Roma, e il marito Mauro Caucci, 35 anni, è oggi un processo penale nel quale l’uomo è accusato di maltrattamenti in famiglia. Come riportato dal Corriere della Sera, le tappe della vicenda sono ripercorse nella denuncia depositata dalla donna nel settembre del 2019, nove anni dopo il matrimonio celebrato a Tivoli, dove Caucci, nato a Roma, vive già da molti anni. Il matrimonio inizialmente procede senza problemi. Tra il 2011 e il 2014 Bocchi ha due figli, una femmina e un maschio. Poi nel 2017 la relazione tra i due si rompe del tutto. Noemi riconduce tutto a un grave lutto che colpisce l’imprenditore, che dopo quell’evento “ha cominciato ad allontanarsi da me e dai figli, portando in casa un clima di totale assenza di rapporto e dialogo, dicendo che ormai la sua vita non aveva più senso”. Infine, nel 2019 la situazione precipita ulteriormente. (Continua a leggere dopo la foto)

La notte dell’aggressione

Nell’aprile del 2019 Noemi Bocchi e suo marito divorziano e arrivano a un accordo consensuale in base al quale Caucci dovrà versare 1.250 euro al mese per ciascun figlio. Poi come riportato dal Corriere della Sera, non passa però neanche una settimana quando lui, la notte del 1° maggio 2019, la chiama con insistenza al telefono. Caucci arriva e comincia a citofonare in continuazione, nonostante lei lo preghi di andar via perché i figli stanno dormendo. Lui la minaccia di “non staccarsi dal citofono”. Una volta entrato, le mette le mani al collo e la strattona. Bocchi si rifugia in bagno, Caucci la aggredisce e va via. Nonostante lui neghi ogni cosa perchè ammette di non ricordare, la Bocchi, forte di un referto medico che attesta le ferite che l’ex le ha causato, lo denuncia: “Quello che ho subito è gravissimo”. Ora l’uomo deve difendersi, come si legge nel capo di imputazione, “dall’aver violato gli obblighi di assistenza morale e materiale legati alla potestà genitoriale, serbando una condotta contraria alla morale delle famiglie, in particolare disinteressandosi, dopo essersi allontanato dal domicilio familiare, dei figli minori”.

Leggi anche –> Noemi Bocchi finisce in tribunale: cos’è successo

powered by Rossotech

@Caffeina Media s.r.l. 2022 | Registrazione al Tribunale di Roma n. 45/2018 | P. IVA: 13524951004


Hai scelto di non accettare i cookie

Tuttavia, la pubblicità mirata è un modo per sostenere il lavoro della nostra redazione, che si impegna a fornirvi ogni giorno informazioni di qualità. Accettando i cookie, sarai in grado di accedere ai contenuti e alle funzioni gratuite offerte dal nostro sito.

oppure