Vai al contenuto
Questo sito contribuisce alla audience di
Home » Orrore in Italia: cadavere fatto a pezzi chiuso dentro sacchi di spazzatura. Scoppia il giallo

Orrore in Italia: cadavere fatto a pezzi chiuso dentro sacchi di spazzatura. Scoppia il giallo

Una notizia dell’ultima ora sconvolge il nostro paese: è stato ritrovato un cadavere fatto a pezzi e chiuso dentro sacchi di spazzatura. Una scoperta agghiacciante avvenuta in due tempi: il primo ritrovamento è avvenuto in mattinata, mentre nel corso della giornata sono stati ritrovati gli altri pezzi del corpo. È giallo, la Procura ha già aperto un fascicolo di indagine per l’ipotesi di reato di omicidio. (Continua dopo la foto…)

Italia in lutto: addio a Leonardo, il piccolo campione di soli 9 anni. La malattia se l’è portato via

Trovato cadavere chiuso in sacchi della spazzatura

Il cadavere di una persona di carnagione bianca è stato ritrovato a pezzi e chiuso in alcuni sacchi della spazzatura. La scoperta è avvenuta in due tempi. Il primo ritrovamento, una gamba, è avvenuto in mattinata, nei pressi di una chiusa che blocca l’acqua del canale. È immediatamente partita la chiamata alle forze dell’ordine, che sono giunti sul posto insieme al medico legale per la prima ricognizione sul reperto. I militari hanno dunque proseguito le perlustrazioni, arrivando ad altre scoperte. A pochi chilometri di distanza, sotto un ponte, è emerso un sacco nero dell’immondizia e al suo interno c’erano il tronco e la testa di un uomo. Più tardi è stato trovato un altro sacco della spazzatura con all’interno le due braccia. Per la ricostruzione del corpo manca solo la seconda gamba. (Continua dopo la foto…)

Torna in vita 25 minuti dopo esser morta: ciò che ha visto mette i brividi

tragedia fidanzati

Dov’è successo

Il terribile episodio di cronaca è avvenuto in provincia di Rovigo. I resti del cadavere sono stati gettati nel canale Adigetto, un corso d’acqua che si stacca dall’Adige. Il primo ritrovamento è avvenuto nel territorio di Villanova del Ghebbo, mentre il secondo è avvenuto a Villanova, sotto un ponte a Lendinara, in via San Lazzaro Alto.  La Procura di Rovigo ha adesso aperto un fascicolo per omicidio e ha disposto gli esami autoptici sui resti per risalire all’identità della vittima. Sembrerebbe che il cadavere non fosse in acqua da parecchio tempo.

powered by Rossotech

@Caffeina Media s.r.l. 2022 | Registrazione al Tribunale di Roma n. 45/2018 | P. IVA: 13524951004


Hai scelto di non accettare i cookie

Tuttavia, la pubblicità mirata è un modo per sostenere il lavoro della nostra redazione, che si impegna a fornirvi ogni giorno informazioni di qualità. Accettando i cookie, sarai in grado di accedere ai contenuti e alle funzioni gratuite offerte dal nostro sito.

oppure