Vai al contenuto
Questo sito contribuisce alla audience di
Home » Piera Maggio, un dolore senza fine: cos’è successo

Piera Maggio, un dolore senza fine: cos’è successo

piera maggio libro

Non c’è pace per Piera Maggio. La sua vita è stata stravolta totalmente il 1° settembre 2004, quando la figlia, Denise Pipitone, è scomparsa da Mazara del Vallo. Da quel giorno Piera ha iniziato a cercarla, senza mai avere risultati. La Maggio, però, non ha mai perso le speranze e ancora oggi, a distanza di ben diciotto anni, spera che un giorno possa ritrovare e riabbracciare sua figlia. (Continua…)

LEGGI ANCHE: Denise Pipitone, l’accusa assurda durante il processo: “Cosa fece Piera Maggio”

La scomparsa di Denise Pipitone

La scomparsa di Denise Pipitone è avvenuta il 1º settembre 2004 a Mazara del Vallo. La piccola Denise stava inseguendo un cuginetto, quando all’improvviso è scomparsa nel nulla. È stata vista l’ultima volta sul marciapiede accanto alla casa dei nonni. Le ricerche sono iniziate il giorno stesso, ma non è mai stata trovata. Nel corso degli anni ci sono stati vari avvistamenti, di cui il più importante è sicuramente quello del 18 ottobre 2004, quando una guardia giurata ha notato una bambina molto somigliante a Denise in compagnia di alcuni zingari davanti ad un istituto bancario a Milano.

Il caso è uno dei più lunghi della storia giudiziaria italiana, oltre ad essere uno dei più costosi. La Procura ha infatti speso più di 30 milioni di euro per individuare i colpevoli. Della sparizione di Denise se ne sono occupati anche i principali organi d’informazione, tra cui anche la televisione con il programma “Chi l’ha visto”, condotto da Federica Sciarelli su Rai 3. Nessuno, però, è mai riuscito a trovare Denise. (Continua dopo la foto…)

LEGGI ANCHE: Denise Pipitone, possibile svolta nel caso: è stata portata in Umbria?

Piera Maggio ha pubblicato un libro

Lo scorso 10 ottobre è uscito il libro di Piera Maggio, “Denise: per te, con tutte le mie forze”. La donna racconta la sua verità e soprattutto il suo dramma, perchè, come sottolineano i colleghi di Tp24, “di Piera Maggio e del lato umano, di quello che una donna ha subito, che una mamma patisce, invece, non se ne parla. È scontato il dolore, è scontato che una donna venga aggredita nel suo passato, che venga la sua vita fatta a pezzettini e poi sputata”. “Denise: per te, con tutte le mie forze”, dunque, è soprattutto il dramma di Piera Maggio. Un dramma senza fine.

powered by Rossotech

@Caffeina Media s.r.l. 2022 | Registrazione al Tribunale di Roma n. 45/2018 | P. IVA: 13524951004


Hai scelto di non accettare i cookie

Tuttavia, la pubblicità mirata è un modo per sostenere il lavoro della nostra redazione, che si impegna a fornirvi ogni giorno informazioni di qualità. Accettando i cookie, sarai in grado di accedere ai contenuti e alle funzioni gratuite offerte dal nostro sito.

oppure