Vai al contenuto
Questo sito contribuisce alla audience di
Home » Reddito di Cittadinanza, stop per chi non ha il green pass: le novità del decreto

Reddito di Cittadinanza, stop per chi non ha il green pass: le novità del decreto

Il Green pass diventa praticamente obbligatorio per poter mantenere il Reddito di cittadinanza. Cosa succede? L’inghippo sta nel presentare la domanda: per recarsi negli uffici bisogna obbligatoriamente avere il Green pass. Vediamo cosa significa.

Reddito di cittadinanza, sì ma solo con Green pass: le novità del decreto

Per entrare in banca o in un ufficio postale dal 1° febbraio si dovrà presentare la certificazione verde. Questo è il risultato della legge di Bilancio insieme al decreto del 7 gennaio che inasprisce le regole sulla certificazione. Cosa significa questo in pratica? Chi percepisce l’RdC deve per forza recarsi ai centri per l’impiego, secondo quando stabilisce la nuova legge di Bilancio. Tuttavia per entrare negli uffici bisogna esibire il Green pass. Non per forza quello rafforzato: si accettano anche quelli ottenuti con l’esito negativo del tampone.

Secondo gli ultimi dati sul numero di persone vaccinate, sembra che quelle sprovviste di super green pass al momento siano circa il 10%. Si tratta, in sostanza, di una platea di circa 100mila beneficiari. Il sussidio raggiunge attualmente circa 1,3 milioni di nuclei familiari (tre milioni di persone) di cui il 30% ritenuto occupabile e dunque soggetto all’obbligo di frequentare in presenza i centri per l’impiego.

reddito di cittadinanza

Arrivano novità con il prossimo Dpcm

Con l’arrivo del prossimo Dpcm, il documento dovrebbe contenere tutti i casi in cui non è richiesto il green pass. Non sarà quindi più necessario mostrare il documento quando si va a fare la spesa al supermercato, quando ci si reca in farmacia, in ospedale o presso l’ambulatorio del medico di base o dal veterinario. Chi deposita una denuncia alle forze dell’ordine nel caso in cui si è vittime di reato o per esigenze urgenti di tutela dei minori, non dovrà mostrare alcun certificato. Ad essere consentite senza certificato (base o rafforzato) dovrebbero essere quindi le esigenze alimentari (ma non nelle attività di somministrazione, come i bar) e quelle sanitarie, oltre a quelle di giustizia e pubblica sicurezza.

Vuoi rimanere informato su tutte le notizie in tempo reale? Segui il canale Telegram 👉 t.me/ultimaor

powered by Rossotech

@Caffeina Media s.r.l. 2022 | Registrazione al Tribunale di Roma n. 45/2018 | P. IVA: 13524951004