Vai al contenuto
Questo sito contribuisce alla audience di

Scomparso a soli 3 anni, poi la scoperta choc sui genitori

Elijah Vue scomparso

Ancora nessuna traccia del bambino scomparso lo scorso 20 febbraio 2024 a soli 3 anni. Il piccolo si trovava a casa del fidanzato della madre che ne ha denunciato la scomparsa. Da giorni vanno avanti le ricerche serrate per trovare il bambino, che per adesso non è stato trovato. Cosa hanno scoperto gli inquirenti sui genitori? Il retroscena inquietante. (Continua dopo le foto)

Leggi anche: Facebook e Instagram down: migliaia di utenti disconnessi: cos’è successo

Leggi anche: Muore schiacciato davanti alla madre: addio al famoso della Tv da poco diventato papà

Elijah Vue scomparso, arrestati i genitori: il fidanzato della madre lo maltrattava

Elijah Vue scomparso nel nulla

Si trovava a casa nel fidanzato della madre quando ad un certo punto l’uomo, che si era appisolato, non ha più trovato il bambino. A quel punto, lo scorso 20 febbraio, ha chiamato le forze dell’ordine per denunciarne la scomparsa. L’unico indizio relativo alla sua scomparsa, su cui stanno indagando gli investigatori, sono le sue scarpe rossa e verde con un dinosauro disegnato. Il bambino aveva addosso pantaloni grigi e una camicia scura. (Continua dopo le foto)

Leggi anche: Virus respiratori, è boom di casi in Italia: attenzione a questi sintomi

Leggi anche: Inferno in autostrada: schianto tra camion e auto

Genitori di Elijah arrestati

La mamma Katrina Baur, 31 anni, è accusata della scomparsa insieme al fidanzato 39enne Jesse Vang, che aveva la custodia del bambino nel momento della scomparsa. La madre aveva deciso che Elijah sarebbe rimasto con il compagno dal 12 al 23 febbraio. Il 20 però, il piccolo è sparito. I due sono stati arrestati dalle forze dell’ordine con l’accusa di abbandono di minore. Durante gli interrogatori, la madre del piccolo avrebbe cambiato la sua versione dei fatti almeno due volte quando gli investigatori le hanno chiesto dove si trovasse al momento della scomparsa del figlio. Ma non è questo l’aspetto peggiore della vicenda.

Scopriamo tutti i dettagli nella pagina successiva

Successiva
Pagine: 1 2
powered by Romiltec

©Caffeina Media s.r.l. 2024 | Registrazione al Tribunale di Roma n. 45/2018 | P. IVA: 13524951004


Hai scelto di non accettare i cookie

Tuttavia, la pubblicità mirata è un modo per sostenere il lavoro della nostra redazione, che si impegna a fornirvi ogni giorno informazioni di qualità. Accettando i cookie, sarai in grado di accedere ai contenuti e alle funzioni gratuite offerte dal nostro sito.

oppure