Vai al contenuto
Questo sito contribuisce alla audience di
Home » Veglia per Pelè, Infantino nella bufera: “Vergogna”, il web insorge

Veglia per Pelè, Infantino nella bufera: “Vergogna”, il web insorge

È iniziata la veglia funebre di 24 ore di Pelè. La bara è stata portata al centro del terreno di gioco di Vila Belmiro dal figlio Edinho. Migliaia di persone in fila da ore per l’ultimo saluto a O Rei. Tra i tanti a far visita al grande campione anche Gianni Infantino, presidente della Fifa, che però è stato beccato dai fotografi presenti al funerale di Pelè in una circostanza alquanto imbarazzante. Leggi anche l’articolo —> Pelé, i sintomi della malattia che l’ha ucciso: fate attenzione

Veglia per Pelè, Infantino nella bufera: “Vergogna”, il web insorge

La bara di Pelè è stata piazzata nel cerchio di centrocampo dello stadio del Peixe, come è soprannominato il Santos. Una lunga sfilata di tifosi si è recata sul posto in queste ore per rendere omaggio a a quello che per i più è un vero eroe nazionale. La salma era arrivata qui nella notte, dall’ospedale di San Paolo dove Pelé è deceduto il 29 dicembre, accolta da applausi, striscioni e fuochi d’artificio. (continua a leggere dopo le foto)

Veglia per Pelè, Infantino travolto dalle polemiche per il gesto inopportuno

Anche il presidente della Fifa ha presenziato alla camera ardente allestita per Pelè. Gianni Infantino ha chiesto a tutte le federazioni del mondo di dedicare uno stadio alla leggenda del calcio, che ci ha salutati qualche giorno fa dopo aver lottato contro una brutta malattia. «Chiederemo che tutti i Paesi del mondo abbiano almeno uno stadio intitolato a Pelé», la proposta di Infantino. L’uomo è stato accompagnato dal presidente della Conmebol, la confederazione sudamericana, Alejandro Dominguez e da quello della Federcalcio brasiliana (Cbf), Ednaldo Rodrigues. Le sue parole però cozzano con quanto visto e immortalato davanti al cadavere di Pelè. Il presidente della Fifa si sarebbe lasciato andare a qualche selfie di troppo con un paio di tifosi proprio a pochi centimetri dalla salma di Pelè. (continua a leggere dopo le foto)

Una folla di persone ad omaggiare il grande campione

Le foto che ritraggono Gianni Infantino sorridente mentre vicino a lui c’è il corpo senza vita di Pelè sono finite immediatamente sui social e sono diventate bersaglio di aspre critiche. Qualcuno ha giustificato il gesto del presidente della Fifa: “Voleva soltanto accontentare un tifoso”, ha scritto più di un utente. Fatto sta che per la maggior parte il gesto è da condannare: la scelta di fare selfie a pochi passi da una persona deceduta è parsa indelicata e del tutto fuori luogo. Leggi anche l’articolo —> Pelè, il comunicato ufficiale dall’ospedale

powered by Rossotech

@Caffeina Media s.r.l. 2022 | Registrazione al Tribunale di Roma n. 45/2018 | P. IVA: 13524951004


Hai scelto di non accettare i cookie

Tuttavia, la pubblicità mirata è un modo per sostenere il lavoro della nostra redazione, che si impegna a fornirvi ogni giorno informazioni di qualità. Accettando i cookie, sarai in grado di accedere ai contenuti e alle funzioni gratuite offerte dal nostro sito.

oppure