Vai al contenuto
Questo sito contribuisce alla audience di
Home » “Quarta Repubblica”, cos’è accaduto a Bucha: Toni Capuozzo sorprende tutti

“Quarta Repubblica”, cos’è accaduto a Bucha: Toni Capuozzo sorprende tutti

Nella puntata di ieri sera di “Quarta Repubblica“, programma condotto da Nicola Porro su Rete 4, il famoso giornalista Toni Capuozzo si è espresso sui fatti di Bucha. Le sue parole hanno sorpreso il pubblico. Nessuno, infatti, si sarebbe aspettato di sentire dichiarazioni del genere. Capuozzo, però, ha voluto esprimere, senza peli sulla lingua, quello che è il suo pensiero. In questo articolo vi riportiamo le parole del giornalista. (Continua dopo la foto…)

Cos’è successo a Bucha

Quello che è successo a Bucha, cittadina a 37 chilometri a nord ovest di Kiev, potrebbe segnare un prima e un dopo nel conflitto russo-ucraino. Le accuse sono esplose domenica, ma al momento sono difficili da verificare. La Russia, infatti, ha già smentito tutto, parlando di fake news. Bucha è stata una delle prime città ad essere conquistate dai russi e l’esercito è rimasto per circa cinque settimane. A Bucha sono stati trovati corpi per strada, alcuni con le mani legate e un colpo di pistola alla nuca, cadaveri in decomposizione, fosse comuni, auto crivellate di colpi, edifici incendiati, palazzi residenziali quasi abbattuti. Il resoconto è stato fatto dai giornalisti e media internazionali presenti sul campo.

I testimoni hanno raccontato che le violenze e le esecuzioni sarebbero iniziate già nei primi giorni di occupazione. Le strade erano pattugliate e presidiate dai russi. Secondo quanto riportato dal “Guardian”, un insegnante di arti marziali ha detto di aver visto un uomo anziano che stava attraversando la strada con la moglie ed è stato sparato dai militari russi. Anche nelle ricostruzioni del “New York Times” si racconta di violenze praticamente indiscriminate.

Secondo quanto riferito dal sindaco Anatoly Fedoruk all’Afp, sarebbero circa 280 i corpi seppelliti in una fossa comune nei pressi della chiesa ortodossa della cittadina, ma al momento è impossibile dare una stima precisa delle vittime. Il ministero della Difesa ucraino ha pubblicato un video in cui si vedevano diversi cadaveri per strada. La Presidente della Commissione Europea Ursula von der Leyen si è detta “scioccata” di quanto accaduto a Bucha e ha chiesto un’indagine indipendente su crimini di guerra. (Continua dopo la foto…)

“Che tempo che fa”, l’inviato Rai parla delle fosse comuni di Bucha

“Quarta Repubblica”, stasera da Nicola Porro i racconti drammatici dall’Ucraina sotto attacco

“Quarta Repubblica”, le parole di Toni Capuozzo su Bucha

Nella puntata di ieri sera di “Quarta Repubblica“, il giornalista Toni Capuozzo si è espresso sui fatti accaduti a Bucha, cittadina a nord est di Kiev. Le sue parole hanno sorpreso il pubblico: “Io sollevo qualche dubbio su quello che è accaduto a Bucha. Mi faccio qualche domanda e voglio ricostruire quello che è accaduto” – ha dichiarato Capuozzo – “Il 30 marzo i russi si sono ritirati da Bucha. Il 31 marzo il sindaco di Bucha rilascia un’intervista in cui esprime la propria soddisfazione per il fatto che i russi hanno finalmente abbandonato il paese. Il 1° aprile c’è un’altra intervista e nessuno fa menzione dei morti in strada. Poi il 2 aprile spunta fuori un filmato della polizia ucraina che mostra soltanto un cadavere. Il 3, invece, iniziano a circolare tutti i morti che abbiamo visto. Da dove sono saltati fuori tutti questi corpi. Possibile che dopo 4 giorni nessuno ha messo una coperta su questi cadaveri?”.

Tag:

Vuoi rimanere informato su tutte le notizie in tempo reale? Segui il canale Telegram 👉 t.me/ultimaor