Vai al contenuto
Questo sito contribuisce alla audience di
Home » Estate 2022, le previsioni di Flavio Briatore e le conseguenze della guerra in Ucraina

Estate 2022, le previsioni di Flavio Briatore e le conseguenze della guerra in Ucraina

Flavio Briatore ha fatto alcune previsioni riguardo alla prossima estate. L’imprenditore è convinto che quest’anno gli italiani e gli stranieri torneranno a viaggiare addirittura di più rispetto al 2019. Briatore capisce bene tutto il mondo che riguarda il turismo estivo. Oltre ad essere team manager in Formula 1, ora a capo del gruppo internazionale Majestas, nel corso degli anni ha creato ristoranti, shows e resorts di lusso che includono: Billionaire, Twiga, Crazy Pizza, in Italia e nel mondo.

Turismo in Italia, Flavio Briatore: “Sarà un’estate fantastica”

A differenza di quanto dicono i media sarà un’estate fantastica. Da nord a sud. Nel nostro Paese amiamo farci male, sono sempre tutti negativi. Ma quest’ anno recuperiamo gli italiani che sono due anni che non avevano un’estate libera. E poi gli stranieri che non potevano venire in Europa; ma la dobbiamo smettere di essere pessimisti”. Molti russi solitamente passano le vacanze estive. A causa dei recenti avvenimenti però non ci aspettiamo tanta affluenza dall’est Europa. Tuttavia al posto loro arriveranno tanti altri stranieri. “Ci sono gli americani. Gli spagnoli. I portoghesi. Per i russi parliamo di un centinaio di oligarchi che sono nella lista di Putin. Ma ci sono russi che vivono in Italia da anni. A Montecarlo non è cambiato niente. E anche in Sardegna, dove saremo presenti oltre che con Billionaire Porto Cervo anche con Crazy Pizza. Le prenotazioni stanno andando benissimo, con un gran ritorno di americani, italiani e nord europei”.

La gente per divertirsi deve stare bene. In Italia siamo fortunati. Abbiamo una misura di scarpe per tutti. Abbiamo grandi spiagge, ristoranti, campeggi, montagna. Ognuno sceglie ciò che vuole. Certo dobbiamo sempre puntare sulla qualità ed essere corretti sui prezzi”. Secondo Briatore molti italiani si sentiranno liberi di viaggiare all’estero ma tanti altri resteranno in Italia.

Leggi anche: Marco Civoli in pensione, il telecronista dice addio alla Tv: una delle voci del Mondiale 2006

 

Estate 2022, il problema del personale che non si trova

C’è un problema però: non si trova il personale. “Passa il messaggio che chi fa il cameriere è sfigato”. Inoltre si tende a pensare che chi lavora nella ristorazione è sottopagato. “L’Italia è un Paese di comunisti – ha affermato Flavio Briatore -. Ed è sempre colpa degli imprenditori. Non è vero che questi ragazzi sono sottopagati. Da noi se uno è bravo va da un minimo di 1500 euro a 2000 euro netti al mese e raddoppiano con le mance”.

Il problema è che in molti non sono disposti a fare questo mestiere, perché è faticoso. “Non vogliono lavorare su turni, no le festività, no oltre la mezzanotte. Ma nella vita se uno non è disposto a fare sacrifici rimarrà sempre un mediocre. E poi passa il messaggio che chi fa il cameriere è sfigato”. C’è anche da dire che “negli ultimi anni si è persa la passione. Chi inizia da noi ha la possibilità di fare carriera, c’è gente che ha iniziato come semplice cameriere e ora è a capo di qualche struttura. E poi diciamolo, è entrato questo reddito di cittadinanza dovevano sospenderlo ad aprile e riprenderlo a ottobre, allora vedevi quanti stagionali trovavi. Uno che prende il reddito a 24 anni si siede e non vede più alcuna motivazione per il suo futuro. Questo è stato un errore madornale. Queste beneficenze, questi supporti, queste elemosine. Noi siamo un Paese di turismo, dovevano investire su questo”. I giovani di oggi non sono abituati a fare sacrifici. “Vivono di aria. Vivono di niente perché hanno tutto. Voglio vederli a 40 anni. La vita non è smanettare sui social. Nessuno è più disposto a fare i sacrifici che abbiamo fatto noi.”

Vuoi rimanere informato su tutte le notizie in tempo reale? Segui il canale Telegram 👉 t.me/ultimaor