Vai al contenuto
Questo sito contribuisce alla audience di
Home » Giorgio Chiellini, l’addio alla Nazionale: “È normale fermarsi e capire delle cose”

Giorgio Chiellini, l’addio alla Nazionale: “È normale fermarsi e capire delle cose”

Giorgio Chiellini è pronto per dire addio alla Nazionale di calcio italiana. Quale sarà il futuro del capitano bianconero? Ad oggi non ha ancora rinnovato il contratto con la Juve, che scadrà il prossimo anno.

Giorgio Chiellini, quando lascerà la Nazionale di calcio

“È normale a 38 anni fermarsi e capire delle cose. Lasciamo spazio ai ragazzi che son bravi”. Così ha detto Giorgio Chiellini ai microfini di DAZN, per annunciare il suo ritiro dalla Nazionale di calcio. Il giocatore ha ammesso che sarà contento di giocare la sua ultima gara con la maglia della Nazionale Italiana a giugno contro l’Argentina. “Se sto bene gioco e salutiamo la Nazionale a Wembley, dove ho raggiunto l’apice della mia carriera. Sarebbe il top salutare la maglia Azzurra con una partita celebrativa come quella con l’Argentina: in Nazionale sarà l’ultima sicuro”.

Leggi anche: Marco Occhetti, il vero motivo per cui ha lasciato i Cugini di Campagna

Chiellini, il suo futuro è nella Juvantus?

Il suo contratto con la Juve scadrà a giugno 2023. Come proseguirà quindi la sua carriera il calciatore? Sembra che Chiellini abbia bisogno di tempo per valutare quale sia la scelta migliore per il suo futuro. “Lasciamo passare questo quarto posto importante e la finale di Coppa Italia e devo capire con le mie due famiglie, quella a casa e quella al campo, cosa fare il prossimo anno. Ho 38 anni ed è normale mettersi a fine anno a capire le varie cose”.

Inoltre il calciatore ha parlato della Juve, della prestazione al Mapei Stadium e del finale di stagione. “Era importante vincere, facendo una partita matura. Adesso è importante blindare il quarto posto, poi magari provando ad arrivare il più in alto possibile. Chiudere bene aiuterebbe a partire meglio l’anno prossimo – ha dichiarato Chiellini -. Il posto che meritiamo è questo. Abbiamo carattere, questa squadra quando è sotto tira fuori l’orgoglio ma dobbiamo farlo anche prima di prendere lo schiaffo. I margini di crescita ci sono, altrimenti non saremmo quarti”.

Vuoi rimanere informato su tutte le notizie in tempo reale? Segui il canale Telegram 👉 t.me/ultimaor